Per chi ancora avesse avuto dubbi l'autunno ormai è padrone. A confermarlo anche Edoardo Ferrara di 3bmeteo: “irrompe l’autunno sull’Italia con un vortice ciclonico che porterà piogge, temporali, forte vento e un netto calo termico, tanto che tornerà la neve su Alpi ma anche Appennino”. Al Passo dello Stelvio sono caduti 20 centimetri: se si percorrono i mitici' 48 tornanti del versante altoatesino sono raggiungibili solo con attrezzatura invernale montata. In azione ci sono i mezzi spartineve. Si tratta della prima nevicata della stagione. Alla stazione a monte della funivia Grawand in Val Senales vengono misurati circa 15 centimetri di neve. Nel pomeriggio di ieri a Santa Valburga in Val d'Ultimo sono caduti oltre 100 litri per metro quadrato, nella vicina Val Passiria

Intanto prosegue dal pomeriggio di ieri il lavoro dei vigili del fuoco per il maltempo che ha causato allagamenti e danni d'acqua in tutta Catania e provincia. Sono 100 gli interventi effettuati. Crollato anche il muro di un'abitazione a Camporotondo Etneo. Scuole chiuse nella giornata odierna de intanto il sindaco della città chiederà lo stato di calamità.

I prossimi giorni non si annunciano esattamente di bel tempo anzi.  “Al seguito della pesante ondata di maltempo delle ultime ore che ha colpito duramente alcune regioni d’Italia, il tempo non si tranquillizzerà, anzi si manterrà turbolento"  lo conferma Edoardo Ferrara che spiega:  “un vortice ciclonico attraverserà l’Italia da Nord a Sud tra mercoledì e venerdì, portando ulteriori rovesci, temporali e anche locali grandinate. Le precipitazioni tenderanno poi a concentrarsi maggiormente sul versante adriatico, dove potremo avere accumuli pluviometrici anche consistenti proprio in quelle zone dove negli ultimi mesi è piovuto decisamente troppo poco, vale a dire Romagna, Marche, Abruzzo e Molise. Temporali localmente intensi non mancheranno comunque anche sugli altri settori, mentre al Nord si assisterà ad un progressivo miglioramento tra giovedì e venerdì a partire dal Nordovest.

Vento e freddo sono in arrivo.  Il passaggio del vortice sarà accompagnato da venti sostenuti, talora forti, dapprima di Scirocco, Libeccio e Ponente, poi di Maestrale, Tramontana e Grecale con Bora sull’alto Adriatico.  Sono attese raffiche anche di oltre 60-70km/h in particolare sui settori costieri e sull’Appennino, con mari molto mossi o agitati. Il tutto accompagnato da un deciso calo termico, specie sul versante adriatico e in montagna dove si potranno perdere oltre 6-8°C e le temperature si porteranno talora sotto le medie del periodo”

E arriva anche la neve.  “Proprio il netto calo termico favorirà anche l’arrivo delle prime nevicate a quote interessanti non solo sulle Alpi, ma anche in Appennino. Già mercoledì – concludono da 3bmeteo -   neve fin sotto i 2000 metri sulle Alpi centro-orientali, a tratti fin verso i 1500m sui settori di confine, Alto Adige e Dolomiti settentrionali. Giovedì l’aria fredda dilagherà anche al Centro e in parte al Sud, favorendo nevicate fin sotto i 2000 metri pure in Appennino, con fiocchi non esclusi sin verso i 1500-1600 metri su Appennino romagnolo e Montefeltro”