Quotidiano Nazionale logo
23 gen 2022

Mappa andamento Covid Italia: dopo il picco 28 province in stasi, 12 crescono. Ecco quali

In alcune province, che nei giorni scorsi avevano superato il picco, si osservano segnali di risalita mentre altre sono in decrescita. L'analisi di Sebastiani (Cnr)

featured image
Covid, la mappa dei contagi

L'impennata della curva dei contagi Covid in Italia sembra in frenata, il bollettino Covid oggi ha registrato 138.860 nuovi casi contro i 171.263 di ieri. Ma fare previsioni è difficile, anche a causa dell'estrema eterogeneità sul territorio, dove si registrano fasi differenti. In alcune province, che nei giorni scorsi avevano superato il picco, si osservano segnali di risalita mentre altre sono in decrescita, in altre ancora la discesa ha subìto una battuta d'arresto e si rileva una fase di stasi. Mentre in alcune province il picco non è stato raggiunto e la crescita prosegue. E' una mappa molto eterogenea, quella che emerge dalle analisi del matematico Giovanni Sebastiani, dell'Istituto per le Applicazioni del Calcolo 'M.Picone', del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr). 

MAPPA ANDAMENTO COVID ITALIA:

16 province hanno oltrepassato il picco e sono in decrescita: Cosenza, Vibo Valentia, Avellino, Benevento, Caserta, Napoli, Salerno, Ferrara, Rieti, Sondrio, Campobasso, Sassari, Sud Sardegna, Catania, Rovigo, Verbano Cusio Ossola

In discesa, ma debolmente: Crotone e Piacenza

Sono in decrescita frenata altre 17 province che hanno oltrepassato il picco: Chieti, Bergamo, Como, Lecco, Lodi, Milano, Monza e della Brianza, Pavia, Varese, Agrigento, Caltanissetta, Palermo, Siracusa, Arezzo, Firenze, Massa Carrara, Terni.

Dopo avere oltrepassato il picco e avere avuto una discesa frenata, sono in una fase di stasi 17 province: Catanzaro, Rimini, Genova, Imperia, La Spezia, Savona, Brescia, Cremona, Enna, Ragusa, Trapani, Lucca, Pisa, Pistoia, Prato, Siena e Aosta

Dopo avere superato il picco e avere avuto una discesa frenata, la curva sta risalendo in quattro province: Potenza, Viterbo, Messina, Perugia. Dopo avere raggiunto un plateau, è in crescita la provincia di Roma

In crescita debole sono le province di Reggio Emilia e Frosinone

Dopo una frenata della crescita, hanno raggiunto un plateau 11 province: L'Aquila, Pescara, Teramo, Bologna, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Ravenna, Latina, Asti e Nuoro

Sono in crescita frenata e hanno quasi raggiunto il picco 5 province: Isernia, Alessandria, Cuneo, Novara, Vercelli. In fase di crescita frenata 20 province: Bolzano, Reggio Calabria, Udine, Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino, Biella, Torino, Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Cagliari, Belluno, Venezia, Verona

È in una fase di crescita debole Trento, mentre si rileva una crescita brusca a Matera e Oristano

Sono in crescita lineare 6 province: Mantova, Grosseto, Livorno, Padova, Treviso, Vicenza.

Sono infine in fase di crescita accelerata: Gorizia, Pordenone e Trieste.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?