Quotidiano Nazionale logo
23 gen 2022

Bollettino Covid Italia Lombardia di oggi 23 gennaio: contagi e morti

Allarme Oms su una nuova possibile variante che sostituirà Omicron. Intanto si avviano a superare quota 10 milioni i contagiati  in Italia dall'inizio della pandemia

La pandemia da Coronavirus sembra avviarsi verso una fase di stabilità. Dopo la grande crescita dei nuovi casi di positività causati dalla variante Omicron, il ritmo sembra indirizzato verso una fase di stabilità, prima che, si spera, inizi a diminuire. Già da inizio gennaio il ritmo di crescita è andato sensibilmente diminuendo e negli ultimi due giorni, per la prima volta da ottobre, i nuovi casi dei sette giorni prima sono stati meno dei sette giorni precedenti. Solo una settimana fa, i casi totali su base settimanale crescevano del 14,5% rispetto ai sette giorni precedenti. Da domani, lunedì 24 gennaio 2022, altre quattro regioni passeranno in arancione: sono Abruzzo, Friuli-Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia che si aggiungono dunque alla Valle d'Aosta. Puglia e Sardegna andranno invece in giallo. Le uniche regioni di colore bianco sono Basilicata, Molise e Umbria.  "Omicron è il passaggio intermedio dalla pandemia all'endemia"., ha spiegato sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri. Sulle voci di una possibile nuova variante più pericolosa Sileri ha dichiarato: "Dovrebbe essere un virus più diffusivo della variante Omicron su una popolazione senza immunità - che invece non è tra dose booster e chi ha fatto il richiamo naturale con l'infenzione... la vedo improbabile". Il vaccino da solo può risolvere tutto? "No- ha rimarcato il sottosegretario- ma è la strada principale per portarci dall'endemia insieme alla mascherina, al lavaggio delle mani" e alle altre misure. Sull'alleggerimento delle misure ha annunciato: "E' necessario, ma non da questa settimana, una decade a partire da oggi. Il green pass non può schiacciare l'esigenza sanitaria".

Il bollettino ordierno, domenica 23 gennaio 2022 segnala 138.860 nuovi casi e 227 decessi. In salita i ricoveri (+185) e le ntensive (+9)  mentre i tamponi eseguiti sono stati 927.846 tamponi con il tasso di  positività che scende al 15%.

Il dato nazionale/PDF

 

 

Italia

 

Il bollettino del 23 gennaio 2022
Il bollettino del 23 gennaio 2022

Si avviano a superare quota 10 milioni i contagiati dal Covid in Italia dall'inizio della pandemia. Ad oggi sono 9.923.678, secondo i dati del ministero della Salute, con un aumento di 138.860 nelle ultime 24 ore. Gli attualmente positivi sono 2.734.906, con un incremento di 10.957 nelle ultime 24 ore. I morti sono saliti a 143.296. I dimessi e i guariti sono invece 7.045.249, con un incremento di 131.303 rispetto a ieri. 

Sono 138.860 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 171.263) a fronte di 933.384 tamponi effettuati su un totale di 163. 206.585 da inizio emergenza. È quanto si legge nel bollettino del Ministero della Salute-Istituto Superiore di Sanità di oggi domenica 23 gennaio . Nelle ultime 24 ore sono stati 227 i decessi (ieri 333), che portano il totale di vittime da inizio pandemia a 143.523. Con quelli di oggi diventano 9.923.678 i casi totali di Covid in Italia. Attualmente i positivi sono 2.734.906 (+10.957), 2.713.594 le persone in isolamento domiciliare. I ricoverati in ospedale con sintomi sono 19.627 di cui 1.685 in Terapia intensiva. I dimessi/guariti sono 7.045.249 con un incremento di 131.303 unità nelle ultime 24 ore. La regione con il maggior numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore è la Lombardia (21.700), poi l'Emilia-Romagna (19.603), il Veneto (14.976) e il Lazio (12.651).

Sono invece  123.819.541 le dosi di vaccino anti covid somministrate in Italia fino ad oggi. Le persone che hanno ricevuto almeno una dose sono 48.755.901, pari al 90,27% della popolazione over 12 mentre 47.049.064 sono le persone che hanno completato il ciclo vaccinali corrispondente all'87,11% della popolazione over 12. In totale sono 49.493.158 ossia il 91,64 % della popolazione over 12, le persone che hanno avuto almeno una dose più i guariti da al massimo 6 mesi. dal report del Commissario straordinario per l'emergenza sanitaria. Sono 29.955.140 gli italiani che hanno fatto la dose addizionale o booster, cioè il 75,76 % della popolazione. E' quanto emerge dal report del Commissario straordinario per l'emergenza sanitaria. Riguardo la platea pediatrica, sono 1.021.173, pari al 27,93%, i bambini tra i 5 e gli 11 anni che hanno ricevuto la prima dose di vaccino, 258.996, pari al 7,08%, i bambini che hanno completato il ciclo vaccinale

Lombardia

Sono 21.700 i nuovi casi al Coronavirus in Lombardia (ieri 31.164), nelle ultime 24 ore, a fronte di 162.678 tamponi effettuati, su un totale di 29.227.148 da inizio emergenza.  Nelle ultime 24 ore ci sono stati 67 decessi (ieri 82), che portano il numero delle vittime complessive, in regione, a 36.527. Le persone ricoverate con sintomi, in Lombardia, sono 3.396 di cui 267 in Terapia intensiva, mentre in isolamento domiciliare ci sono 461.552 soggetti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza sono 1.477.358 (+39.966). Gli attualmente positivi in totale sono 465.215 (-18.333). Questi i nuovi casi suddivisi per provincia: Milano 6006, Brescia 3.122, Varese 1.610, Monza e Brianza 1.821, Bergamo 2.351, Como 1.390, Pavia 1.257, Mantova 1.209, Cremona 803, Lecco 666, Lodi 418, Sondrio 427.

 

 

Regioni

+++In aggiornamento+++

Abruzzo  Sono 3394 nuovi positivi rispetto a ieri (di cui 2380 emersi da test antigenico), di età compresa tra 1 mese e 96 anni, eseguiti 5803 tamponi molecolari e 22160 test antigenici, 5 deceduti ( tra 66 e 97 anni), 97243 guariti (+166), 91614 attualmente positivi (+3223), 412 ricoverati in area medica (+10), 36 in terapia intensiva (invariato), 91166 in isolamento domiciliare (+3213). I nuovi positivi sono residenti nelle province dell'Aquila (690), Chieti (1000), Pescara (806), Teramo (804), fuori regione (40), in accertamento (54). Lo comunica la regione Abruzzo. 

Alto Adige    Sono 1.753 i nuovi casi  su 10.300 tamponi processati nella giornata di ieri. Due le persone decedute - due donne (una over 70 e una over 90) - che fanno salire a 1.340 il totale delle vittime da inizio pandemia. Delle nuove positività, il 45% riguarda persone di età compresa tra i 10 e i 39 anni. Stabile il numero dei pazienti covid ricoverati in ospedale, 102 nei normali reparti e 19 in terapia intensiva. Su 288.288 persone sottoposte a tampone molecolare, a seguito di un ricalcolo, quelle positive sono 146.200. I guariti totali sono 118.905 mentre le persone attualmente in quarantena sono ancora 33.108. 

Basilicata C'è un nuovo decesso. E' quanto fa sapere la task force regionale che segnala 986 nuovi positivi a fronte di 5913 tamponi (molecolari e antigenici) processati nelle scorse 24 ore. Sempre ieri si sono registrati 531 guariti. Al momento le persone ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane, per via della pandemia, sono 92, di cui 5 nei reparti di terapia intensiva.

Calabria Sono 1.329 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al coronavirussu 8.515 tamponi eseguiti. In Calabria finora sono stati effettuati 1.935.337 tamponi, finora le persone risultate positive al coronavirus sono 159.486 (ieri erano 158.157).  Rispetto a ieri sale il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi (dal 15,44% al 15,61%). Dall'inizio dell'emergenza i decessi sono 1.789 (+7 rispetto a ieri), i guariti sono 115.862 (+1.120 rispetto a ieri), attualmente i ricoveri sono 472 di cui 439 in area medica (+9 rispetto a ieri) e 33 in terapia intensiva (-1 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 41.835 (+202). 

Campania   I positivi del giorno  sono 11.868 su 88.285 test tra antigenici (57.430) e molecolari (30.855). I deceduti sono 5 nelle ultime 48 ore; 2 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Questo il report dei posti letto su base regionale: terapia intensiva disponibili 786, terapia intensiva occupati 101, degenza disponibili 3.160, infine posti letto di degenza occupati 1.348.

Friuli Venezia Giulia  Su 5.448 tamponi molecolari sono stati rilevati 766 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 14,06%. Sono inoltre 13.139 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 2.228 casi (16,96%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 38 mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti ammontano a 450.  Per quanto riguarda l'andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia d'età più colpita è quella 40-49 anni (17.54%), seguita dalla 50-59 (16.57%), dalla 30-39 (13.36%) e dalla 20-29 (9.22%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 2 donne: una di 97 anni di Gorizia (deceduta in una Rsa) e un'altra di 70 anni di Latisana (deceduta in ospedale). I decessi complessivamente sono pari a 4.398, con la seguente suddivisione territoriale: 1.063 a Trieste, 2.135 a Udine, 833 a Pordenone e 367 a Gorizia. I totalmente guariti sono 172.380, i clinicamente guariti 734, mentre le persone in isolamento sono 60.911. 

Emilia Romagna Sono 19.630 i nuovi casi di positività su 61.590 tamponi eseguiti. In aumento i ricoveri nelle terapie intensive (+7%) e nei reparti Covid (+3%). Il dato comunicato al Ministero è comprensivo di 1.350 casi in provincia di Ferrara dei giorni scorsi ma registrati oggi: +18.280 il dato reale da ieri. Ventitre i decessi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti e' del 31,9%. Se si considerassero i casi reali odierni, quindi 18.280, la percentuale scende al 29,7%. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive sono 152 (+10 rispetto a ieri, pari al +7%), l'eta' media è di 61,9 anni. Sul totale, 91 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 61,2 anni), il 59,9 %; 61 sono vaccinati con ciclo completo (età media 63,1 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti  Covid, sono 2.542 (+75 rispetto a ieri, +3%), età' media 69,8 anni. 

Lazio Oggi  su 20.685 tamponi molecolari e 67.410 tamponi antigenici per un totale di 88.095 tamponi, si registrano 12.651 nuovi casi positivi (-2.170), sono 8 i decessi (-5), 2.019 i ricoverati (+74), 207 le terapie intensive (+1) e +6.027 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 14,3%. I casi a Roma città sono a quota 6.473".  Otto i morti.

Liguria Sono 4833 i nuovi positivi al Covid oggi in Liguria, a fronte di 25273 tamponi tra molecolari (5130) e antigenici rapidi (20143) registrati nelle ultime 24 ore. Inoltre, si registrano 789 ricoveri nelle strutture liguri, 12 più di ieri, di cui 40 ancora in terapia intensiva. Il bollettino riporta anche 5 decessi tra il 21 e il 22 gennaio. Mentre sono 6678 i vaccini effettuati nelle ultime ore.

Marche Nelle ultime 24 ore registrati 5.483 nuovi casi di contagio ma l'incidenza cumulativa su 100mila abitante risulta solo in lieve rialzo rispetto a ieri (da 2.609,65 a 2.647,05) con la curva che si è in sostanza quasi appiattita negli ultimi tre giorni.  I casi comprendono 3.021 contatti stretti di positivi, 857 contatti domestici, 20 in ambito scolastico/formativo, 11 in ambiente di vita/socialità, 5 in setting lavorativo, 2 in ambito assistenziale e 2 sanitario; per 935 casi in corso approfondimenti epidemiologici. Non muta la classifica delle classi d'età con più casi di contagio: 1.465 persone tra i 25 e 44 anni, 1.222 tra 45 e 59 anni, 567 ragazzini tra i 6 e i 10 anni e 445 nella fascia 14-18 anni. Il totale di tamponi eseguiti è 17.081 (14.386 tra tamponi di diagnosi e test antigenici, con il 38,1% di positivi; 2.695 nel percorso 'guaritì).  Quattro i decessi.

Piemonte Sono 8.673 i nuovi positivi in Piemonte, 14,5% di 60.007 tamponi.  I ricoverati in terapia intensiva sono 155 (+13 rispetto a ieri), i ricoverati non in terapia intensiva sono 2.120 (+35), le persone in isolamento domiciliare sono 173.346. I tamponi diagnostici finora processati sono 13.629.328 (+60.007 rispetto a ieri). 11, 1 di oggi, i decessi di persone positive al Covid-19 comunicati dalla Regione Piemonte. Il totale diventa 12.462: 1.641 #Alessandria, 761 #Asti, 469 #Biella, 1.540 #Cuneo, 1.002 #Novara, #5.955 Torino, 574 #Vercelli, 401 #VCO, 119 residenti fuori regione.  I guariti diventano 605.299 (+6.021 rispetto a ieri): 52.352 ad Alessandria, 30.107 ad Asti, 22.044 a Biella, 86.827 a Cuneo, 50.883 a Novara, 312.139 a Torino, 21.398 a Vercelli, 23.548 in VCO, 2.191 extraregione, 3.810 in definizione. 

Puglia Sono 7.267 i nuovi contagi da Covid 19  su 53.741 test eseguiti (il 13,5%). Dieci i decessi. Sono 134.483 le persone attualmente positive (ieri 143.357), 694 quelle ricoverate in area non critica (ieri 699), 68 in terapia intensiva (ieri 69).

Sardegna   Si registrano oggi 795 ulteriori casi confermati di positività al Covid, sulla base di 3391 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 10136 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 30 (come ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 287 (12 in più di ieri ). 22303 sono i casi di isolamento domiciliare ( 225 in più di ieri). Si registrano 4 decessi: 1 uomo di 49 anni e uno di 92, residenti nella provincia di Sassari; una donna di 74 anni, residente nella provincia di Oristano, e 1 donna di 89, residente nella Città Metropolitana di Cagliari. 

Sicilia Sono 5.394 i nuovi casi (ieri 7.508), a fronte di 34.922 tamponi effettuati, su un totale di 9.457.622 da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 24 decessi (ieri 44) che portano il totale delle vittime, sull'isola, a 8.181. Il numero degli attualmente positivi in Sicilia è di 212.178 (+4.363) mentre le persone ricoverate con sintomi sono 1.426, di cui 164 in Terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 210.588 pazienti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza ad oggi sono 351.356 (+1.007). Questi i nuovi casi suddivisi per provincia: Palermo 1.020, Catania 1414, Messina 547, Siracusa 579, Trapani344, Ragusa 711, Agrigento 364, Caltanissetta 362 e Enna 53. 

 Toscana  I nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore sono 10.904 su 66.311 test di cui 20.143 tamponi molecolari e 46.168 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 16,44% (74,2% sulle prime diagnosi).  Rispetto a ieri i casi sono in calo così come i tamponi effettuati, con un tasso di positività quasi invariato: nel precedente report i contagi erano 12.190 su 74.873 test e un'incidenza di nuovi positivi al 16,28% (72,2% sulle prime diagnosi).  Oggi si registrano 26 nuovi decessi: 13 uomini e 13 donne con un'età media di 83,5 anni.

 Umbria Scendono a otto, da dieci, i posti occupati da pazienti Covid negli ospedali dell'Umbria, 200 in totale, uno in più rispetto a sabato. Nell'ultimo giorno sono stati registrati sei morti, 1.832 nuovi positivi, meno 19 per cento rispetto a sabato, e 2.299 guariti. Gli attualmente positivi scendono a 24.935, 473 in meno. Sono stati analizzati 3.572 tamponi e 12.394 test antigenici, con un tasso di positività pari all'11,47 per cento (era il 14,7 per cento sabato).

Veneto  Superata la quota psicologica del milione di persone rimaste infettate dall'inizio della pandemia, nel febbraio 2020. Il dato aggiornato oggi dal bollettino della Regione è di 1.008.962. Ma la curva di crescita dei positivi è adesso meno accentuata. Nelle ultime 24 ore sono stati 14.976 i nuovi contagi ( 3.797 meno del giorno precedente), a fronte di un numero record di tamponi (oltre 165mila). I decessi sono 12, per un totale dall'inizio della crisi sanitaria di 12.938 vittime. Il Veneto fa però ancora i conti con un platea enorme di cittadini attualmente positivi e in isolamento: 288.819 (+ 10.988). I dati più confortanti arrivano dagli ospedali: i posti letto occupati da malati Covid in area medica sono 1.727 (-17), quelli in terapia intensiva 183 (-6).

 

Mondo

 Arabia Saudita Sono tornati sui banchi di scuola milioni di bambini, dall'asilo alle scuole elementari: è stata la prima volta in quasi due anni, un lungo periodo di scuola a distanza, uno tra i più prolungati al mondo, per via della pandemia di Covid-19. La gestione della scuola in Arabia Saudita durante la pandemia è stato tra i più cauti al mondo. I ragazzini dai 12 anni in su sono rientrati in classe ad agosto, ma il rientro di quelli di età compresa tra 5 e 11 anni era stato finora posticipato, perché il governo ha voluto più tempo per studiare i rischi per un gruppo che, all'epoca, non poteva essere vaccinato.

Cina Pechino ha registrato 9 casi di Covid-19 a trasmissione locale, di cui 5 confermati e 4 asintomatici dalle 16.00 di ieri (ora locale) alla stessa ora di oggi. Lo hanno reso noto le autorità del posto. Pang Xinghuo, vice direttrice del centro municipale per la prevenzione e il controllo delle malattie ha fatto sapere che dal 15 gennaio, la città ha rilevato un totale di 43 casi locali di Covid-19, con sei relativi alla variante Omicron e 37 alla variante Delta.

Pakistan20 morti e 7.586 nuovi casi  nelle ultime 24 ore, il numero più alto dall'inizio della pandemia. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 1.083 (+20). Il Paese ha ufficialmente contato finora 29.097 vittime del coronavirus.

Russia  Terzo record consecutivo di casi giornalieri di Covid. Sono 63.205 le infezioni registrate nelle ultime 24 ore, contro le 57.212 di sabato e le 49.513 di venerdì.

Slovenia Nuovo picco di contagi, con un tasso di positività record salito al 75,5%. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 18.424 tamponi molecolari, che hanno confermato la positività in 13.911 casi. I decessi sono stati 17. Le persone ricoverate in ospedale per il coronavirus sono 608, delle quali 135 in terapia intensiva. L

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?