Maltempo, Ticino e Po osservati speciale: rischio rottura degli argini

Inondata la pista ciclabile, se il livello dovesse alzarsi ancora a Pavia potrebbe entrare in funzione il ‘piccolo Mose’

il presidente della Battellieri Colombo, Guido Corsato

il presidente della Battellieri Colombo, Guido Corsato

Pavia, 4 marzo 2024 – Guardato dalla riva, dall’acqua e anche dal computer. In questi giorni il Ticino è un sorvegliato speciale. Effetto delle precipitazioni che hanno interessato l'Appennino, risultando nevose su Alpi e Prealpi.

Questa mattina, lunedì 4 marzo, la società cooperativa sportiva Battellieri Colombo che sul Ticino ha installato la prima webcam di Pavia e monitora il fiume costantemente ha comunicato che il corso d’acqua era in rapida ascesa. Finita sotto oltre un metro d’acqua la pista ciclabile che costeggia il Ticino e difficile anche accedere alle imbarcazioni per andare a controllare il fiume non dalla riva per verificare in modo puntuale se il Po continua a ricevere le acque del suo affluente. In caso contrario, infatti, il livello del fiume azzurro salirebbe fino a rompere gli argini.

Alle 7 di oggi il livello idrometrico registrato a Bereguardo era di 111,8 centimetri diventati 115 alle 14,30 e 115,6 alle 16. Poi è iniziata la lenta discesa. “Il Po riceve molto lentamente – ha detto il presidente della Battellieri Colombo, Guido Corsato – e bisogna anche monitorare la situazione del lago Maggiore. Al momento la portata d’acqua è raddoppiata rispetto al 26 febbraio, ma la situazione non è preoccupante”. Se dovesse alzarsi ancora il livello del Ticino e arrivare a lambire via Milazzo, in Borgo Ticino, dovrebbe entrare in funzione il ‘piccolo Mose’ che rimanderebbe indietro l’acqua per proteggere le caratteristiche case colorate del quartiere.

La piccola stazione meteo posizionata sulla casa galleggiante della Battellieri Colombo per informare gratuitamente chi naviga sul Ticino o i curiosi dice che il cielo è nuvoloso, ma non piove. Almeno a Pavia, bisogna vedere che cosa accadrà in Piemonte e nelle prossime ore. “Monitoriamo” garantisce Corsato