Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 lug 2022

Madri allontanate dai figli: prelievi coatti in aumento in nome dell'alienazione parentale

Roia, presidente vicario del Tribunale di Milano: "Mai cedimenti in forme forzose". une vittime. E si parla di "ingerenza dello Stato nella vita privata"

22 lug 2022
featured image
Alcune delle presenti all'incontro su i prelievi coatti dei minori legati alla Pas
featured image
Alcune delle presenti all'incontro su i prelievi coatti dei minori legati alla Pas

Roma, 22 luglio 2022 - "Nel corso degli ultimi anni sono aumentati in maniera sensibile i bambini ingiustamente allontanati dalla propria famiglia. In alcuni casi, è la giustizia stessa ad autorizzare l'allontanamento basandosi su criteri non sempre conformi, come ad esempio la PAS, la sindrome da alienazione parentale (o Parental Alienation Syndrome), rinnegata dalla scienza come reale patologia, e rigettata in più pronunce anche dalla Corte di Cassazione (da ultimo, quella dello scorso 24 marzo, relativa al caso di Laura Massaro, ndr). Nonostante ciò, l'allontanamento dei bambini dall'ambiente familiare è all'ordine del giorno, spesso con affidamento a strutture esterne o, addirittura, a padri con denunce a carico per violenza domestica o lesioni nei confronti della moglie. E senza possibilità per il genitore dichiarato 'alienante', nella maggior parte dei casi la madre, di poter vedere o avere contatti con il figlio, anche per anni".  É la sintesi, fatta dai promotori del tema trattato questa mattina in Sala Matteotti alla Camera da alcune deputate, avvocate, referenti di associazioni, con la presenza di alcune vittime nell'incontro sul tema  'Madri allontanate dai figli; così la Pas autorizza prelievi coatti'.  Roia: "Mai cedimenti in forme forzose" Nel messaggio di saluto che ha inviato alle organizzatrici del convegno, Fabio Roia, presidente vicario del Tribunale di Milano, ha sottolineato "la difficoltà nell'affrontare un tema così delicato che coinvolge diverse esigenze, a volte soltanto apparentemente contrapposte, ma che dovrebbe trovare un momento di sintesi e di orientamento applicando i principi del diritto alla tutela della salute, fisica, psicologia, emotiva, del soggetto minorenne allontanato dai legami affettivi ma anche quello della tutela della dignità e del rispetto del soggetto adulto legato al minorenne stesso (normalmente la madre). L'esecuzione dei provvedimenti dovrebbe sempre avvenire evitando forme anche involontarie di traumatizzazione e con modalità tali da trovare competenze, sensibilità, capacità nei ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?