Quotidiano Nazionale logo
26 gen 2022

Lockdown, l'ultima dall'Inghilterra: salvate 800 vite in Europa grazie all'aria pulita

Lo studio ha interessato anche a Milano, tra le prime città a beneficiare del calo dello smog

Un’immagine simbolo della prima chiusura di Milano che si prepara a nuove rigide restrizioni per fronteggiare il virus
Milano deserta causa Covid-19 durante la prima ondata

Milano - Più di 800 vite sarebbero state salvate in tutta Europa grazie a una migliore qualità dell'aria durante i lockdown imposti col Covid nel periodo febbraio-luglio 2020. È la stima emersa dallo studio condotto dalla London School of Hygiene and Tropical Medicine (Lshtm), secondo cui le misure restrittive adottate per arginare l'aumento delle infezioni da coronavirus hanno portato a un numero molto inferiore di auto e camion sulle strade, con un forte impatto sulla riduzione dei decessi da inquinamento atmosferico.

L'analisi condotta su 47 città europee ha rilevato che Parigi, Londra, Barcellona e Milano sono tra le prime sei con il maggior numero di morti evitate. È emerso in particolare che è stata determinante per la riduzione del traffico la chiusura dei luoghi di lavoro e delle scuole. Nelle città italiane, francesi e spagnole i livelli di biossido di azoto sono scesi del 50-60% nel periodo preso in esame. "Questo 'esperimento naturalè ci ha dato un'idea di come la qualità dell'aria possa essere migliorata con misure drastiche di salute pubblica che sarebbero difficili da attuare in tempi normali", ha affermato l'epidemiologo Antonio Gasparrini, uno degli autori dello studio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?