Polizia cantonale (Archivio)
Polizia cantonale (Archivio)

Locarno (Svizzera) - Una giovane di 22 anni è ricoverata in gravissime condizioni dopo essere stata ferita da un colpo d'arma da fuoco in un appartamento di via Vallemaggia, una strada che si trova lungo il torrente Maggia a Locarno, una delle città più importanti del Canton Ticino. Secondo la ricostruzione resa nota dalla polizia cantonale a sparare è stato un ventenne del posto, fermato dagli agenti poco dopo i fatti. Con lui è in stato di fermo una terza persona, che probabilmente conosce sia il presunto feritore sia la donna finita all'ospedale.

L'allarme è scattato verso le 22. Alcuni testimoni hanno riferito di aver udito prima alcune urla e poi un rumore sordo. Un colpo fortissimo, simile a uno sparo. Subito è partita la chiamata alle forze dell'ordine. Sul posto si sono precipitate diverse pattuglie della polizia cantonale, che hanno subito transennato l'area, probabilmente nella consapevolezza che l'aggressore non si fosse ancora allontanato. In circa un'ora i primi risultati dell'indagine, con il fermo di due persone.

La donna ferita - che molti raccontano di aver visto spesso nel quartiere, a passeggio con il suo cane - è stata trasportata d'urgenza in ospedale. Le sue condizioni sarebbero molto gravi. I rilievi continueranno nel corso della notte, con l'obiettivo di ricostruire la dinamica dell'accaduto (il colpo è esploso a seguito di una lite? Oppure si è trattata di un'incursione "punitiva"?) e di fornire ulteriori elementi al quadro accusatorio che in questo momento coinvolgerebbe due persone, lo sparatore - il ventenne - e un'altra persona di cui non si conosce ancora l'età e che avrebbe comunque avuto un ruolo nella vicenda.