Quotidiano Nazionale logo
3 mag 2022

Lombardia, epatite acuta: nove bambini sotto osservazione

I dati forniti dall'assessora al Welfare Letizia Moratti. In regione un paziente è stato trapiantato, uno ha un esito in attenzione, gli altri hanno esiti non gravi (dimessi o in miglioramento)

Milano - In Lombardia, i casi di epatite di origine sconosciuta tra i bambini registrati al 2 maggio sono 9, con ulteriori due casi che sono in corso di segnalazione e valutazione. I dati sono stati forniti dalla vicepresidente lombarda, Letizia Moratti, che ha risposto in Consiglio regionale a un'interrogazione del consigliere del M5s, Gregorio Mammì. Nello specifico, 2 casi sono stati segnalati all'Ats Milano, 2 all'Ats Insubria, 2 all'Ats Brescia e 3 all'Ats Bergamo. Di questi, 7 casi hanno riguardato bambini tra 0-4 anni, uno tra 5-9 anni e uno con più di 10 anni. Un paziente è stato trapiantato, uno ha un esito in attenzione, gli altri hanno esiti non gravi (dimessi o in miglioramento).

Al momento, "è in corso un'attenta sorveglianza epidemiologica volta ad ottimizzare la sorveglianza di eventuali nuovi casi di epatite acuta nella popolazione pediatrica", ha detto Moratti, sottolineando che "la rete dei laboratori ha definito un protocollo per l'effettuazione degli accertamenti di laboratorio", con l'obiettivo di "uniformare i comportamenti e ottimizzare la rete della sorveglianza". Al momento "tutti gli ospedali lombardi sono in grado di eseguire gli esami di primo livello" per escludere le cause più comuni di infezione al fegato (sierologia A B C E, ndr) e per le analisi più specifiche ed approfondite "i laboratori stanno lavorando in rete - ha concluso Moratti - per rispondere in maniera efficace alla richiesta di sorveglianza del ministero della Salute". 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?