Parigi  - In Francia si aggrava la situazione con un forte aumento di contagi (soprattutto tra i giovani) in numerose regioni del Paese, tra cui quella di Parigi. E il presidente francese Emmanuel Macron questa sera ha annunciato un nuovo lockdown, parlando alla Nazione in tv. Tutto il Paese passa in zona rossa, come è al momento Parigi. I negozi non essenziali saranno chiusi e il coprifuoco scatterà alle 19. Colpisce, poi, la decisione sulle scuole, fino a oggi rimaste sempre aperte, tranne che nel periodo del primo lockdown, un anno fa. Ora, invece, chiuderanno, per poco più di un mese. Da martedì prossimo sono previste una settimana di insegnamento a distanza, poi due settimane di vacanze per tutti (come era previsto ma senza diversificazioni regionali), quindi dal 26 aprile il rientro per materne ed elementari con medie e licei a distanza. Dal 3 maggio, tutti di nuovo in classe. Ci si potrà spostare da una regione all'altra durante il fine settimana di Pasqua. Macron, infine, ha parlato della possibilità di riaperture a partire da metà maggio, sotto certe condizioni e nel rispetto delle norme sanitarie, di luoghi di cultura o anche dei tavolini all'aperto dei caffé tanto amati dai francesi. 

Emmanuel Macron

Nuovo lockdown

Tra le ipotesi di lavoro, poi fattasi concreta, come annunciato dal presidente nel suo discorso, quella di approfittare delle vacanze per tenere gli studenti a casa tre o quattro settimane in tutta la Francia. Nelle ultime ore, il numero di pazienti in terapia intensiva è salito a 5.072, ben oltre la normale capacità ospedaliera e il picco della seconda ondata a novembre. Includendo i pazienti Covid e altri, quasi nove posti letto di terapia intensiva su 10 (6.833 su 7.665 al 26 marzo) sono attualmente occupati e, secondo quanto comunicato dal ministero della Salute, l'incremento di capienza è continuo in tutte le regioni. 

La sindaca di Parigi 

Anne Hidalgo, sindaco di Parigi

 Anne Hidalgo, aveva chiesto stamattina la chiusura delle scuole nella capitale francese, vista la situazione sanitaria "gravissima" e la "grandissima disorganizzazione" negli istituti. La Hidalgo ha detto - a BFM TV - che "circa 20mila studenti" oggi "non sono in classe o perché sono malati o perché le loro classi sono chiuse". Le classi chiuse sono oggi 850 a Parigi. Il tasso di incidenza del Covid fra i ragazzi di 15-19 anni è di 850 per 100mila  abitanti a Parigi, secondo la sindaca. 

Allarme nel nord

 Il dato peggiore si registra nella regione Hauts-de-France (nord del Paese), dove il tasso di contagio pari al 149%. Da settimane alle riunioni del Consiglio dei ministri partecipano fisicamente soltanto quattro membri: oltre a Macron, il capo del governo, Jean Castex, il ministro della Salute, Olivier Ve'ran, e il portavoce dell'esecutivo, Gabriel Attal. Gli altri si collegano in video per ridurre il rischio di contrarre il virus. Nel Paese i contagi hanno continuato a crescere nonostante un lockdown (non eccessivamente rigido) imposto nelle ultime due settimane a 19 dipartimenti, abitati da oltre 21 milioni di persone. Di fronte a una situazione cosi' esplosiva il Consiglio nazionale dell'ordine del medici ha chiesto l'attuazione di un "vero lockdown ovunque sia necessario, perche' - sottolinea lo stesso Consiglio dell'Ordine - la Francia ha perso il controllo dell'epidemia".