La variante indiana del coronavirus continua a preoccupare. L'attenzione è alta e intanto proseguono le vaccinazioni, con l'apertura dell'hub più grande d'Italia al Palazzo delle Scintille. Ieri in Italia si sono registrati 10.404 casi di positività al Sars-cov2 e 373 morti. Secondo quanto comunicato da Ats, invece, nelle scuole di Milano e Lodi in sette giorni sono stati 658 i casi di positività al Sars-cov2 e 8.779 le persone isolate. Oggi in Italia sono stati registrati 13.385 nuovi casi di positività, con 344 decessi. La regione con più casi odierni è ancora la Lombardia (+2.442), seguita da Campania (+1.844), Puglia (+1.282), Piemonte (+1.187) e Lazio (+1.078). I contagi totali salgono a 3.994.894. In aumento i guariti, 18.416 (ieri 14.688), per un totale di
3.431.867. Prosegue quindi il calo del numero degli attualmente positivi, 5.378 in meno (ieri -4.663): i malati attuali sono ora 442.771. Di questi, sono in isolamento domiciliare 420.200 pazienti.

I contagi in Italia / PDF

La situazione in Lombardia

Covid, i contagi del 28 aprile in Lombardia

I dati di oggi in Lombardia:  i tamponi effettuati: 56.993 (di cui 36.709 molecolari e 20.284 antigenici) totale complessivo: 9.370.398. I nuovi casi positivi sono 2.442 (di cui 89 debolmente positivi. I guariti/dimessi totale complessivo: 715.042 (+3.177), di cui 3.766 dimessi e 711.276 guariti. In terapia intensiva: 575 (-7),  i ricoverati non in terapia intensiva sono 3.707 (-112). Il totale complessivo dei decessi è di 32.789 (+47). I nuovi casi per provincia: Milano 504 di cui 201 a Milano città; Bergamo: 149; Brescia: 279; Como: 250; Cremona: 75; Lecco: 44; Lodi: 43; Mantova: 141; Monza e Brianza: 172; Pavia: 117; Sondrio: 40; Varese: 585.

Le regioni

Abruzzo

Sono complessivamente 70873 i casi positivi registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 177 nuovi casi (di età compresa tra 7 mesi e 98 anni). I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 37, di cui 11 in provincia dell'Aquila, 6 in provincia di Pescara, 11 in provincia di Chieti e 9 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 6 nuovi casi e sale a 2391 (di età compresa tra 7 mesi e 98 anni, di cui 3 in provincia di Pescara, 1 in provincia di Teramo e 2 in provincia di Chieti). Del totale odierno, 1 caso fa riferimento a decesso avvenuto nei giorni scorsi e comunicato solo oggi dalla Asl.

Alto Adige

In Alto Adige sono 107 i nuovi casi di covid-19 nella giornata di ieri su 11.346 tamponi processati. Una persona è deceduta nelle ultime 24 ore per un totale di 1.160 vittime collegate al coronavirus da marzo 2020. Le nuove positività sono 56 su 1.162 tamponi molecolari esaminati e 51 su 10.184 test antigenici effettuati. Su 211.125 persone sottoposte a tampone molecolare, 47.034 sono risultate positive. Le persone trovate positive al covid dopo un test antigenico sono 25.542. Nelle scuole altoatesine su 257.980 test nasali effettuati, 277 sono i casi risultati positivi e 130 di essi confermati da un tampone molecolare. Stabile la pressione sugli ospedali: 65 sono i pazienti covid ricoverati nei normali reparti e 10 quelli in terapia intensiva.

Basilicata

Altri sei decessi in Basilicata, registrati nelle ultime 24 ore, per via del covid-19. Lo fa sapere la task force regionale che segnala 191 nuovi contagi a fronte di 1.796 tamponi molecolari processati. Nella stessa giornata di ieri risultano guarite 105 persone. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 5.897, di cui 5.726 in isolamento domiciliare. Sono 16.642 le persone residenti in Basilicata guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 509 quelle decedute. Stabile il numero delle persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane pari a 171 di cui 9 in terapia intensiva.

Calabria

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 709.584 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 763.623 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al coronavirus sono 59.197 (+492 rispetto a ieri), quelle negative 650.387. Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute, che fanno registrare inoltre 45 persone in terapia intensiva (stabili rispetti a ieri), 271 guariti/dimessi e altri 9 morti, che porta il numero totale dei deceduti da inizio pandemia a 1.005.

Campania

Complessivamente sono stati vaccinati in Campania con la prima dose 1.163.729 cittadini. Di questi 438.882 hanno ricevuto la seconda dose. Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 1.602.611, 31.171 nelle ultime 24 ore.In Campania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 1.844 positivi al coronavirus, 1.689 guariti e 31 decessi, di cui 21 nelle ultime 48 ore e 10 avvenuti in precedenza ma registrati ieri. Gli asintomatici sono 1.347 e i sintomatici 497, riferiti ai soli positivi al tampone molecolare. Il totale delle guarigioni è di 289.769, mentre i decessi complessivi 6.336. I tamponi processati ieri sono 23.004, dei quali 8.183 antigenici. Il report posti letto su base regionale riporta 656 posti letto di terapia intensiva disponibili, di cui 136 occupati mentre i posti letto di degenza disponibili, tra posti letto Covid e offerta privata 3.160, di cui 1.507 occupati.

Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia, in Emilia-Romagna si sono registrati 367.071 casi di positività, 642 in più rispetto a ieri, su un totale di 29.609 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 2,1%. Si registrano 23 nuovi decessi: 1 in provincia di Piacenza (un uomo di 75 anni); 2 nel parmense (entrambi uomini, di 70 e 74 anni); 2 a Reggio Emilia (una donna di 81 e un uomo di 64 anni); 4 nella provincia di Modena (una donna di 93 anni e 3 uomini, rispettivamente di 56, 76 e 84 anni); 6 nella provincia di Bologna (una donna di 71 anni e 5 uomini, rispettivamente di 64, 65, 73, 79 e 89 anni). Ancora, 4 nel Ferrarese (2 donne, di 87 e 96 anni, e 2 uomini, di 62 e 98 anni); 2 in provincia di Ravenna (entrambi uomini, di 78 e 92 anni); 2 in provincia di Forlì-Cesena (entrambi uomini, di 54 e 78 anni). Nessun decesso nella provincia di Rimini. In totale, dall'inizio dell'epidemia i decessi in regione sono stati 12.843.

Friuli Venezia Giulia

I clinicamente guariti risultano essere 5.359, mentre quelli in isolamento oggi sono 7.832, dati entrambe influenzati dal blocco del sistema informativo sanitario. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 104.835 persone con la seguente suddivisione territoriale: 20.473 a Trieste, 50.064 a Udine, 20.397 a Pordenone, 12.735 a Gorizia e 1.166 da fuori regione.

Lazio

Sono 45.645 i casi attualmente positivi al Sars-cov2 nel Lazio, di cui 2.295 ricoverati, 307 in terapia intensiva e 43.043 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 268.214, i decessi 7.620 e il totale dei casi esaminati è pari a 321.479, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

Liguria

In Liguria sono altri 9 i decessi di persone positive al coronavirus registrati nel bollettino odierno, diffuso dalla Regione. Le vittime da inizio emergenza sono salite a 4.163. La curva dei ricoveri ospedalieri continua a scendere: al momento, nei nosocomi della Liguria ci sono 562 pazienti covid, 8 in meno di ieri. Di questi, 66 sono in terapia intensiva. Il report segnala 268 nuovi casi, a fronte di 4.683 tamponi molecolari e 2.680 antigenici rapidi. Sul fronte vaccini, dei 598.490 consegnati, ne sono stati somministrati 580.456, ovvero il 97%.

Marche

Continuano a diminuire i ricoveri per covid negli ospedali marchigiani, anche se con qualche piccola battuta di arresto. I degenti complessivi sono scesi a 506, -17 su ieri, ma i pazienti in terapia intensiva sono 68, +2, quelli in semi intensiva 125, -11, quelli in reparti non intensivi 313 (-8). I dati del Servizio Sanità della Regione Marche danno conto anche di 36 dimessi nell'ultima giornata. Si allenta ulteriormente la pressione sui pronto soccorso, dove si trovano attualmente solo 10 persone, non ricomprese fra i ricoverati, mentre gli ospiti di strutture territoriali sono 204. Sono 5.690 i positivi in isolamento domiciliare, i positivi ala data di oggi (ricoverati più isolamenti) sono 6.196. Le persone in quarantena per contatti con contagiati sono 12.597. I dimessi/guariti dall'inizio della pandemia salgono a 87.947.

Molise

Dato in aggiornamento

Piemonte

Risalgono a 1.187 oggi i casi positivi al Sars-cov2 in Piemonte, 5% il rapporto con i tamponi processati, 23.775 di cui 10.515 antigenici. Sono i numeri del bollettino dell'Unità di crisi della Regione. Prosegue la flessione nel dato complessivo dei ricoverati, 223 in terapia intensiva, -17 rispetto a ieri, 2.264 negli altri reparti, -44. I morti sono 34 (di cui relativo a oggi), i guariti +1.459, gli attualmente positivi sono 16.458, le persone in isolamento domiciliare 13.971. Dall'inizio della pandemia in Piemonte ci sono stati 11.219 morti, 347.301 casi positivi e 319.624 guariti.

Puglia

Oggi in Puglia, a fronte di 12.733 test per il covid-19, sono stati registrati 1.282 casi positivi: 502 in provincia di Bari, 116 in provincia di Brindisi, 152 nella provincia BAT, 45 in provincia di Foggia, 186 in provincia di Lecce, 279 in provincia di Taranto, 2 casi di residenti fuori regione. Sono stati, inoltre, registrati 48 decessi: 18 in provincia di Bari, 6 in provincia di Brindisi, 1 in provincia B AT, 10 in provincia di Foggia, 8 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.198.817 test, 177.547 sono i pazienti guariti e 48.643 sono i casi attualmente positivi.

Toscana

In Toscana sono 224.920 i casi di positività al coronavirus, 847 in più rispetto a ieri (808 confermati con tampone molecolare e 39 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,7% e raggiungono quota 197.525 (87,8% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 15.416 tamponi molecolari e 11.066 tamponi antigenici rapidi, di questi il 3,2% è risultato positivo. Sono invece 8.690 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 9,7% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 21.267, -2,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.670 (36 in meno rispetto a ieri), di cui 256 in terapia intensiva (1 in
meno). Si registrano 32 nuovi decessi: 15 uomini e 17 donne con un'eta' media di 80,8 anni.

Trentino

Sono 2 i decessi per covid-19 in Trentino. Negli ospedali le dimissioni anche ieri sono state più numerose dei nuovi ingressi (12 contro 7): al momento ci sono 100 pazienti ricoverati di cui 26 in rianimazione. Sul fronte dei contagi oggi si rilevano 36 nuovi casi positivi al molecolare (su 1.296 test) e 57 all'antigenico (su 1.120 test rapidi notificati all'Azienda sanitaria). I molecolari hanno confermato anche 6 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Poco meno della metà dei nuovi casi è privo di sintomi (43 persone). Più in generale, ci sono 16 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare (3 hanno tra 0-2 anni, 4 tra 3-5 anni, 3 tra 6-10 anni, 2 tra 11-13 anni e 4 tra 14-19 anni) con 98 classi in quarantena. Sono invece 14 nuovi casi nella categoria 60-69 anni, 3 tra 70-79 anni e 3 di 80 e più anni. Le vaccinazioni questa mattina erano a quota 166.124, compresi 41.931 richiami. Nella cifra complessiva rientrano anche le 55.287 dosi somministrate ad ultra ottantenni e quelle per le fasce 70-79 e 60-69 anni, rispettivamente 39.587 e 24.464.

Sardegna 

Sono 54.053 i casi di positività complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 264 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.179.003 tamponi, per un incremento complessivo di 3.815 test rispetto al dato precedente. Si registrano due nuovi decessi (1.374 in tutto). Stabili a 371 le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, invariato anche il numero dei pazienti (46) in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 17.038 e i guariti sono complessivamente 35.224 (+355). Sul territorio, dei 54.053 casi positivi complessivamente accertati, 14.110 (+53) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.171 (+81) nel Sud Sardegna, 4.771 (+27) a Oristano, 10.548 (+28) a Nuoro, 16.453 (+75) a Sassari.

Sicilia

Aspettavano il vaccino come si aspetta la fine di un incubo: da oggi i ragazzi della Yellow School sono più protetti che mai dal coronavirus. Mattinata di immunizzazioni, al centro culturale CaMus di Palermo. Trenta persone, 23 giovani disabili e 7 insegnanti della scuola, hanno ricevuto la loro seconda dose di siero anticovid, completando la vaccinazione.

Umbria

Dato in aggiornamento

Valle d'Aosta

Un decesso e 37 nuovi contagi da Sars-cov2 in Valle d'Aosta che portano il totale dei pazienti affetti dal virus da inizio epidemia a 10.823. I dati sono contenuti nel bollettino di aggiornamento sanitario della Regione secondo cui i positivi attuali sono 750, -33 rispetto a ieri, di cui 49 ricoverati in ospedale, 8 in terapia intensiva, e 693 in isolamento domiciliare. I tamponi fino ad oggi effettuati sono 112.587, + 680, di cui 23.038 processati con test antigienico rapido. I decessi per di pazienti risultati positivi  in Valle d'Aosta da inizio emergenza ad oggi sono 455.

Veneto

"Nelle ultime 24 ore, in Veneto, si sono registrati 963 nuovi casi di positività al coronavirus". Lo ha annunciato il presidente della Regione, Luca Zaia. "Considerando i 37.238 tamponi effettuati - ha sottolineato Zaia -, si tratta di un'incidenza alla positività pari al 2,59%". "Attualmente - ha concluso il governatore - i veneti positivi in isolamento sono 22.521".

Il virus nel mondo

La Polonia vuole revocare la maggior parte delle restrizioni legate alla pandemia entro la fine di maggio, ha annunciato oggi il primo ministro Mateusz Morawiecki, precisando che il calendario delle aperture è strettamente legato a quello delle vaccinazioni. Secondo il programma presentato dal governo, parte delle attività sportive, prevalentemente all'aperto, saranno autorizzate dal primo giorno di maggio. Centri commerciali, negozi di mobili e bricolage, nonché istituzioni d'arte potranno riaprire invece dal 4 maggio. Gli studenti polacchi più giovani potranno rientrare parzialmente in classe lo stesso giorno e i più grandi dal 15 maggio. Il Governo, comunque, spera che tutte le scuole possano riprendere le lezioni in presenza il 29 maggio. Gli hotel invece dovrebbero riaprire i battenti l'8 maggio, mentre caffè e ristoranti potranno servire i clienti all'aperto dal 15 maggio e al chiuso dal 29 maggio. In Cina continentale ieri sono stati segnalati 12 nuovi casi importati di Covid-19. Lo ha reso noto oggi la Commissione Sanitaria Nazionale nel consueto bollettino quotidiano.  Per far fronte alla terza ondata di contagi la Tunisia ha annunciato una serie di misure restrittive che andranno in vigore dal 3 al 16 maggio prossimo, che si aggiungono a quelle già esistenti, ovvero il coprifuoco dalle 22 fino alle 5 del mattino, con il divieto di utilizzare l'auto dalle 19, la facoltà per i governatori di applicare lockdown mirati nelle aree classificate come cluster, il lavoro per squadre negli uffici pubblici, scuole chiuse e insegnamento a distanza nelle università. Tra le novità la quarantena di 7 giorni obbligatoria per i viaggiatori in arrivo dall'estero, con obbligo di test Pcr, oltre che in entrata tra il quinto ed il settimo giorno e il divieto per caffè e ristoranti di servire al chiuso. Ieri il numero di nuovi casi di coronavirus registrati negli Stati Uniti è diminuito rispetto al giorno precedente, da oltre 56.000 a più di 50.000, secondo i dati della Johns Hopkins University. La media giornaliera mobile sui sette giorni (aggiornata a lunedi') e' di 55.272 nuovi casi, sotto i 61.197 della media sui 14 giorni. Ieri, registrati 863 morti, per un totale di oltre 573.300.

La campagna vaccinale

In Lombardia sono state aperte le prenotazioni per le vaccinazioni dei cittadini fragili di età compresa tra 55 e 59 anni in possesso di un'esenzione per patologia. Si può prenotare direttamente dal portale prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it.

Scopri quando potrai vaccinarti