Quotidiano Nazionale logo
18 gen 2022

Covid, la classifica mondiale di contagi e morti: Usa avanti a tutti. Italia fra i primi

La variante Omicron ha fatto schizzare i contagi a livello globale nelle ultime ore

Roma 18 gennaio 2022 - La variante Omicron fa volare i contagi nel mondo. Un'impennata destinata a far sentire i suoi effetti (bisognerà vedere quale sarà l'impatto anche sui sistemi sanitari nei Paesi con un minor tasso di vaccinazione) nelle prossime settimane.

Intanto c'è da aggiornare la classifica dei paesi più colpiti dalla pandemia di Covid. Secondo gli ultimi dati relativi al 16 gennaio sono oltre 321,2 milioni le persone contagiate a livello planetario, con un incremento di 786mila casi nelle ultime 24 ore, più di 5,5 milioni di morti e 264 milioni di guariti, con 51,3 milioni di attualmente positivi. La pandemia continua a mietere vittime e dilaga in quasi tutti i Paesi del mondo, trainata dalla variante Omicron, a detta degli esperti molto più trasmissibile della delta, ma meno letale.

La classifica dei contagi

A guidare la classifica degli Stati con più casi diagnosticati, come accade praticamente dall'inizio della pandemia, sono gli Usa con 64 milioni, seguiti dall'India con 36 milioni e la Russia con 22 milioni. Il primo Stato europeo che si incontra in questa 'classifica' è il Regno Unito con più di 15 milioni di infezioni, mentre l'Italia con 8,1 milioni è all'ottavo posto, dietro a Turchia e Russia, ma davanti a Spagna e Germania. 

La classifica dei decessi

Per quanto riguarda i decessi, gli Stati Uniti si confermano al primo posto di questa drammatica classifica con oltre 840mila, mentre il Brasile scalza l'India dal secondo posto. Poi ci sono Russia, Messico e Perù, con questi ultimi due Stati che spiccano perché non figurano tra i 10 Paesi al mondo con più contagiati. L'Italia è al nono posto con oltre 140mila morti, davanti all'Iran e dietro l'Indonesia, ed è l'unico membro dell'Ue presente nei primi dieci, mentre se si parla di Europa intesa come continente si conta, oltre alla Russia, anche il Regno Unito al settimo posto. 

La classifica dei continenti

  • In Europa finora ci sono stati 113 milioni di contagiati e più di 1,6 milioni di morti, con la curva dei casi che ha una vera e propria impennata dallo scorso autunno e un'ulteriore evidente crescita dalla fine di dicembre. Quella dei decessi cresce in modo costante negli ultimi 30 giorni. L'Italia è il quinto Paese per numero di contagi ed il terzo per numero di morti, precedendo Francia e Germania. Numeri inferiori si registrano in Asia, dove ha influito il modello 'contagi zero' della Cina, che tuttavia sembra vacillare davanti a omicron.
  • In Asia i casi rilevati finora sono stati 77.251.895 ed i morti 1.162.724, gran parte dei quali in India, Iran e Indonesia. Da notare come la Cina, a fronte di una popolazione di 1,4 miliardi di persone, con 117mila casi figuri solo al 35mo posto della classifica dei Paesi asiatici per contagi diagnosticati, davanti alle Maldive che di abitanti ne hanno 540mila e di infezioni ne hanno rilevate 100mila. 
  • In Africa, riporta 'statistichecoronavirus.it', dall'inizio della pandemia si contano 9.822.362 casi e 225.907 morti. In questo continente la curva della crescita dei contagi negli ultimi 30 giorni è meno marcata rispetto a Europa e America. Sudafrica, Tunisia Egitto sono stati gli Stati più colpiti.
  • In America, a livello macro, sono simili a quelli dell'Europa per quanto riguarda le persone che si sono contagiate, 117,3 milioni, mentre sono molto più alti per quanto riguarda i decessi, superiori ai 2,4 milioni. Anche qui la variante omicron ha trainato i contagi verso l'alto nell'ultimo mese. Stati Uniti, Brasile, Messico, Perù e Colombia sono stati i Paesi più falcidiati dal Covid in termini di perdite di vite umane. 
  • In Oceania infine si contano complessivamente 1.709.003 contagi e 3.276 morti, gran parte dei quali in Australia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?