Covid, i contagi del 7 aprile in Lombardia
Covid, i contagi del 7 aprile in Lombardia

In attesa di capire se il consueto monitoraggio dell'Iss che si svolge ogni venerdì possa decretare  dal 12 aprile il passaggio della Lombardia dalla zona rossa a quella arancione, arriva il pronunciamento di Ema sul vaccino di AstraZeneca: "I benefici sono più alti dei rischi". In Italia aumenta il numero di decessi: il bilancio di oggi è di 13.708 nuovi casi e 627 morti, ieri erano 421. Scende invece l'indice di positività, che è ora al 4%. Ieri positivi erano stati 7.767. I tamponi sono notevolmente risaliti dopo il forte calo del weekend a quota 339.939.

I contagi in Italia / PDF

La situazione in Lombardia

In Lombardia sono 2.559 i nuovi positivi al Sars-cov2 e 109 le vittime delle ultime 24 ore, che portano il totale da inizio pandemia a 31.373 deceduti. Il rapporto positivi-tamponi si attesta al 5,5% circa, in calo dall'8% registrato ieri. Gli attualmente positivi nella regione, stando al bollettino del Governo, sono 82.293 di cui quasi 75mila in isolamento domiciliare. I nuovi casi per provincia: Milano 808 di cui 307 a Milano città; Bergamo: 107; Brescia: 298; Como: 227; Cremona: 90; Lecco: 44; Lodi: 43; Mantova: 82; Monza e Brianza: 160; Pavia: 85; Sondrio: 45; Varese: 540.

Le regioni

Abruzzo

Sono complessivamente 66878 i casi positivi al Sars-cov2 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 219 nuovi casi (di età compresa tra 8 mesi e 93 anni). Il totale dei casi positivi risulta inferiore in quanto è stato sottratto un caso comunicato nei giorni scorsi e risultato duplicato. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 36, di cui 9 in provincia dell'Aquila, 8 in provincia di Chieti e 19 in provincia di Teramo. Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 13 nuovi casi e sale a 2200 (di età compresa tra 65 e 101 anni, 4 in provincia di Chieti, 2 in provincia di Teramo e 7 in provincia di Pescara).

Alto Adige

Calano leggermente, in Alto Adige, i ricoveri di pazienti Covid-19, ma il bollettino quotidiano dell'Azienda sanitaria provinciale registra ancora due decessi che portano il totale delle vittime a 1.148. I nuovi contagi accertati nelle ultime 24 ore sono 146. Di questi, 56 sono stati rilevati sulla base di 1.344 tamponi pcr, di cui 273 nuovi test, mentre altre 90 infezioni sono state confermate sulla base di 14.771 test antigenici. In totale, dall'inizio dell'emergenza sanitaria, è stato accertato che 70.728 persone abbiano contratto l'infezione. Di queste, 68.071 (98 in più rispetto ad ieri) sono state dichiarate guarite. I pazienti Covid-19 ricoverati sono 22 (1 in meno) nelle terapie intensive, 80 (5 in meno) nei normali reparti ospedalieri, 60 (1 in meno) nelle strutture private convenzionate e 69 (1 in meno) in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes. Le persone in quarantena o in isolamento domiciliare sono 3.142.

Basilicata

In Basilicata sono 145 i nuovi casi di positivi al Sars cov-2 (141 sono residenti) su un totale di 1.596 tamponi molecolari e sono ben 8 i decessi. Lo rende noto la task force regionale con il consueto bollettino. Le persone decedute sono cittadini di Accettura, Avigliano, Baragiano, Francavilla in Sinni, Lauria, Tolve e Tursi e un cittadino residente in Calabria. La task force precisa che 2 di questi decessi sono avvenuti nelle giornate del 30 marzo e dell'1 aprile. I lucani guariti o negativizzati sono 129. Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi salgono a 4.671 (+5), di cui 4.483 in isolamento domiciliare. Sono 14.556 le persone residenti in Basilicata guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 454 quelle decedute.

Calabria

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 646.152 soggetti per un totale di 687.923 tamponi eseguiti (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al coronavirus sono 49.596 (+292 rispetto a ieri), quelle negative 596.556. Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute, che fanno registrare +2 terapie intensive, +337 guariti/dimessi e altri 8 morti.

Campania

Sono 1.358 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall'analisi di 14.520 tamponi molecolari. La percentuale di tamponi risultati positivi sul totale dei tamponi molecolari analizzati è pari al 9,35%. Sono 516 i nuovi positivi risultati sintomatici. Nel bollettino odierno diffuso dall'unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 66 nuovi decessi, 34 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 32 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Il totale dei decessi in Campania da inizio pandemia è 5.652. Sono 2.087 i nuovi guariti, con il totale dei guariti che sale a 252.199. In Campania sono 149 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 11 in meno rispetto al dato diffuso ieri, e sono 1.606 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza, 3 in più rispetto a ieri.

Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 345.753casi di positività, 576 in più rispetto a ieri, su un totale di 31.860 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri e' dell'1,8% (età media 44,5 anni). Cinquantasette i nuovi decessi, che fanno salire il numero totale da inizio pandemia a 12.246. Casi in calo: i malati effettivi, a oggi sono 68.975 (-1.896 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, sono complessivamente 65.459 (-1.841), il 94,9% del totale dei casi attivi.I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 356 (-11 rispetto a ieri), 3.160 quelli negli altri reparti Covid (-44). Questi i principali dati sul covid in Emilia Romagna alle 12 di oggi: per quanto riguarda il vaccino alle 14 era stato superato il milione di somministrazioni: 320.363 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.306 tamponi molecolari sono stati rilevati 166 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,85%. Sono inoltre 2.960 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 120 casi (4,05%). I decessi registrati sono 19, a cui se ne aggiunge tre pregressi, i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 79 così come quelli in altri reparti che risultano essere 584. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.424, con la seguente suddivisione territoriale: 726 a Trieste, 1.804 a Udine, 642 a Pordenone e 252 a Gorizia. I totalmente guariti sono 79.305, i clinicamente guariti 4.325, mentre quelli in isolamento oggi scendono a 12.299. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 100.016 persone con la seguente suddivisione territoriale: 18.965 a Trieste, 48.278 a Udine, 19.541 a Pordenone, 12.118 a Gorizia e 1.114 da fuori regione.

Lazio

Sono 52.811 i casi attualmente positivi al coronavirus 9 nel Lazio, di cui 3.265 ricoverati, 382 in terapia intensiva e 49.164 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono in totale 236.271, i decessi 6.895 e il totale dei casi esaminati è pari a 295.977, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

Liguria

Sono 425 i nuovi casi di positività al coronavirus in Liguria, segnalati nell'ultimo bollettino diffusodalla Regione. Torna invece a scendere il numero dei ricoveri ospedalieri: sono 753, 18 in meno di ieri. Di questi 81 sono in terapia intensiva. Salgono a 3.922 i decessi di persone positive al coronavirus, 12 in più di ieri. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 6.192 tamponi molecolari e 3.546 antigenici rapidi. Sul fronte vaccini, dei 483.380 consegnati, ne sono stati somministrati 350.465, ovvero il 73%. 

Marche

Nelle ultime 24 ore sensibile calo del numero di ricoverati per Covid-19 nelle Marche: da 924 sono passati a 897 (-27) con riduzione di degenti in Terapia intensiva (139; -2), in Semintensiva (209; -8) e nei reparti non intensivi (549; -17). Alto il numero di dimessi nell'ultima giornata: sono 67. Il Servizio Sanità della Regione dà conto anche di un numero stabile di ospiti di strutture territoriali (262) e di 64 assistiti dai pronto soccorso (64; +11). Ancora in calo i positivi in isolamento domiciliare (7.429; -78) e le quarantene per contatto con positivi (14.941; -359). Il numero di guariti/dimessi sale a 79.677 (+375).

Molise

Dato in aggiornamento

Piemonte

Cala in Piemonte il numero dei ricoverati in terapia intensiva, - 13 rispetto a ieri, ma cresce  quello delle vittime, 79, nel bollettino emesso oggi all'Unità di crisi della Regione, che riporta anche il dato di 7 pazienti in più negli altri reparti Covid, dove il totale è ora a 3.889. I ricoverati in terapia intensiva sono 357. I casi positivi sono 1.464, con un tasso del 6,1% rispetto ai 24.097 tamponi processati (13.153 antigenici); la quota di asintomatici è 41,8%. Le persone in isolamento domiciliare sono 27.276, gli attualmente positivi in tutta la regione 31.522, i guariti +2.651.

Puglia

Oggi in Puglia si registra un numero di test per la rilevazione del Covid 19, mai raggiunto prima, praticamente tre volte superiore a ieri, e cresce di conseguenza il numero di casi positivi, anche se non ai livelli record dei giorni scorsi. Anche i decessi sono ancora tanti. Su 15.730 test per l'infezione da coronavirus sono stati registrati 1.255 casi positivi: 400 in provincia di Bari, 157 in provincia di Brindisi, 119 nella provincia Bat, 57 in provincia di Foggia, 193 in provincia di Lecce, 323 in provincia di Taranto, 4 casi di residenti fuori regione, 2 casi di provincia di residenza non nota. Ieri i contagi erano 475 su 5.759 tamponi. Sono stati rilevati 43 decessi: 18 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 3 in provincia Bat, 11 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto. Ieri erano 70 (cifra comprensiva anche di decessi avvenuti nei giorni precedenti). In tutto in Puglia hanno perso la vita 5.044 persone. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.948.468 test. Sono 147.829 i pazienti guariti mentre ieri erano 146.892 (+937). Sono 50.729 i casi attualmente positivi mentre ieri erano 51.220 (-91). I pazienti ricoverati sono 2.297 mentre ieri erano 2.240 (+37). Il totale dei casi positivi al Sars-cov2 in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 20.602 così suddivisi: 79.408 nella provincia di Bari; 19.846 nella provincia di Bat; 14.831 nella provincia di Brindisi; 37.416 nella provincia di Foggia; 19.537 nella provincia di Lecce; 31.568 nella provincia di Taranto; 702 attribuiti a residenti fuori regione; 294 provincia di residenza non nota. 

Toscana

"I nuovi casi registrati in Toscana sono 937 su 27.269 test di cui 11.971 tamponi molecolari e 15.298 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è del 3,44% sul totale dei tamponi e del 12,2% sulle prime diagnosi". Lo annuncia su Twitter il presidente della Toscana, Eugenio Giani, anticipando il dato del bollettino regionale sull'andamento dell'epidemia di coronavirus.

Trentino

Altri 5 decessi per coronavirus in Trentino, secondo il bollettino odierno dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari che riporta 103 nuovi casi di contagio. Nel dettaglio, 1.092 tamponi molecolari hanno individuato 38 nuovi casi positivi e confermato 68 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Dai 1.215 tamponi rapidi antigenici notificati ieri all'Azienda sanitaria sono emersi invece 65 nuovi casi positivi. Nel complesso, 11 nuovi contagi sono stati riscontrati fra giovanissimi (1 tra 3-5 anni, 2 tra 6-10 anni, 2 tra 11-13 anni e 6 tra 14-19 anni), 17 invece hanno tra 60-69 anni, 11 tra 70-79 anni e 6 di 80 e più anni. Negli ospedali i pazienti ricoverati sono 214, di cui 48 in rianimazione (5 in meno rispetto a ieri). Nella giornata di ieri sono stati registrati 11 nuovi ricoveri, ma le dimissioni sono state esattamente il doppio (22). Le nuove guarigioni sono 232. Degli oltre 107.000 vaccini finora somministrati, 35.616 si riferiscono a seconde dosi, 48.065 alle somministrazioni a favore di ultraottantenni e 15.195 riferite alla fascia 70-79 anni.

Sardegna 

Sono 263 i nuovi casi di coronavirus in Sardegna, 6.599 dei test in più eseguiti, con un tasso di positività di poco inferiore al 4%. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 5 decessi. I pazienti attualmente ricoverati in ospedale sono 294 (-3), mentre restano 47 quelli in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15.649, 117 quelle in più guarite. Dei 47.630 casi positivi complessivamente accertati, 12.121 (+76) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 7.309 (+30) nel Sud Sardegna, 4.081 (+38) a Oristano, 9.375 (+48) a Nuoro, 14.744 (+71) a Sassari.

Sicilia

Sono 998 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Sicilia su un totale di 24.958 tamponi. Il record di casi si registra anche tra Palermo e provincia dove sono 396 i nuovi positivi. In tutta l'isola sono 16 i morti e 88 i pazienti dimessi o guariti. In totale, in Sicilia sono 25.346 gli attuali positivi - 894 in più rispetto a ieri - e di questi 1.125 sono ricoverati in regime ordinario, 157 in terapia intensiva e 24.064 in isolamento domiciliare.

Umbria

Riprende la discesa dei ricoverati Covid negli ospedali dell'Umbria, oggi 357, tre meno di ieri, 42 dei quali, sei in meno, nelle terapie intensive.

Valle d'Aosta

Nelle ultime 24 ore in Val d'Aosta si sono verificati, secondo quanto comunica il bollettino della Regione, 61 nuovi casi positivi al Sars-cov2 e due decessi. I casi positivi attuali sono 1173, di questi 59 ricoverati e 13 in terapia intensiva. Il totale dei decessi nella regione dall'inizio della pandemia è pari a 431.

Veneto

I positivi al coronavirus in Veneto sono 1.111 nelle ultime 24 ore, su 43.966 tamponi eseguiti l'incidenza è del 2,5%. Sono 391mila i positivi da inizio della pandemia, sono 35.537 i positivi attuali, i ricoverati totali sono 2.298 (+11), 1.975 (+3) in area non critica, 323 area critica (+8), in terapia intensiva 264, sono +67 i decessi nelle ultime 24 ore per un totale di 10.837, oltre 18mila i dimessi.

Il virus nel mondo 

L'Ungheria registra oggi 311 morti di covid-19, il numero più alto dall'inizio della pandemia in questo Paese di 9,6 milioni di abitanti. Il triste record coincide con l'avvio delle riaperture, dopo che è stato superato il traguardo di 2,5 milioni di cittadini che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino.  I nuovi contagi sono 1.933, che portano il totale a 693.676. I decessi sono arrivati a 22.409. Attualmente vi sono oltre 250mila casi attivi, con 12mila ricoverati, di cui 1400 attaccati ai respiratori.  Il primo ministro Viktor Orban ha voluto comunque confermare il previsto allentamento delle misure anticoronavirus, autorizzando la riapertura di parrucchieri, saloni di bellezza e negozi non essenziali. I ristoranti rimangono chiusi e il coprifuoco, finora in vigore dalle 20, viene ritardato alle 22. Oltre ai vaccini autorizzati dall'Ema, l'Ungheria ha fatto ricorso anche a vaccini russi e cinesi. Il Governo di Malta invece inizierà ad allentare le restrizioni dovute alla pandemia di  coronavirus già questo mese, visto il buon andamento della campagna vaccinale: lo ha reso noto il premier maltese, Robert Abela.  Le scuole dovrebbero aprire lunedì mentre il 26 aprile dovrebbe essere la volta dei ristoranti e degli altri negozi considerati non essenziali; le messe in chiesa dovrebbero iniziare dal 18 aprile.

Vaccinazioni

L'accordo firmato tra Governo, imprese e sindacati prevede ora la possibilità per le aziende di far vaccinare i propri dipendenti direttamente sul luogo di lavoro. Questa decisione dovrebbe dare una decisa scossa alla campagna vaccinale e permettere così un aumento rapido del numero dei cittadini vaccinati contro il covid-19.

Scopri quando potrai vaccinarti