Brevetti, richieste Italia doppie rispetto media Ue. Milano e Lombardia leader

E' la Lombardia con il maggior numero di richieste inoltrate all'European Patent Office. L'Italia inverte la tendenza degli ultimi quattro anni

Una lampadina
Una lampadina

Milano, 3 marzo 2016 - Il numero di domande di brevetto in Italia è cresciuto nel 2015 a un tasso doppio rispetto alla media europea: 9 per cento rispetto al 4,8% delle richieste inviate all'European Patent Office. Si tratta del maggior incremento percentuale degli ultimi dieci anni. Indesit, Fiat e STMIcroelectronics le societa' che hanno inoltrato piu' domande. Queste le novita' del rapporto annuale presentato oggi a Bruxelles. L'Italia sale cosi' dall'undicesimo al decimo posto sul totale delle richieste di brevetto. L'aumento riguarda principalmente il settore informatico, +76%. In sostanza, societa' e inventori italiani hanno inoltrato 3979 richieste di brevetto all'Epo contro 3649 del 2014, invertendo la tendenza dell'ultimo periodo, che ha registrato un calo nel numero di domande per quattro anni consecutivi.

Nel 2015 con 64 domande per milione di abitanti, l'Italia si posiziona 18esima nella classifica mondiale. Se l'informatica e' il primo settore italiano a puntare al brevetto, il secondo e' la comunicazione digitale (+59%) seguito da farmaceutica (+54%) e sistemi di misurazione (+47%). La maggior parte delle richieste include invece tecnologie come la movimentazione (imballaggi, palette, sistemi di trasporto, containers), ingegneria civile e trasporti (principalmente auto).

Indesit ha presentato 107 richieste, Fiat 84 e STMicroelectronics 58. Seguono Finmeccanica e Pirelli con 39 richieste, Chiesi Farmaceutici con 35. La regione Lombardia guida la classifica delle regioni italiane a maggiore richiesta di brevetti con una quota del 33% di tutte le domande nel 2015, seguono Emilia Romagna (15%) e Veneto (13%). L'incremento piu' forte si e' registrato in Molise (+200%) e Sicilia (+100%). Si tratta pero' di quantita' molto limitate. Da Milano sono partite 806 richieste, seguono Torino (273), Roma (226) e Bologna (209).