Bormio, 5 settembre 2019 - La statale 38 “dello Stelvio” è stata interessata nel pomeriggio e nella notte di sabato da un fenomeno di caduta massi, alcuni dei quali hanno raggiunto la carreggiata stradale. Il franamento, stimato in un volume complessivo superiore ai milleduecento metri cubi, è stato limitato dalle reti installate sul ciglio della strada e dai valli di contenimento, realizzati alla base della pendice rocciosa per raccogliere eventuali movimenti di frana.

Nonostante ciò, nella giornata di ieri, i tecnici Anas hanno effettuato sopralluoghi necessari a pianificare un intervento di installazione di una rete paramassi che consentirà di mettere in sicurezza la statale in corrispondenza del fronte di frana. I rocciatori hanno raggiunto la sommità della parete tramite l’elicottero. L’area di lavoro si trova infatti a oltre 300 metri di altezza sul versante prospiciente la carreggiata stradale. Durante la chiusura la circolazione in entrambe le direzioni è indirizzata sulla rete svizzera e sul lato altoatesino del Passo dello Stelvio.