Disinnesco bomba (foto repertorio)
Disinnesco bomba (foto repertorio)

Brescia, 11 giugno 2019 - Saranno oltre dodicimila le persone coinvolte, domenica 16 giugno, per le operazioni di disinnesco e brillamento di una bomba americana della Seconda Guerra Mondiale rinvenuta casualmente nei campi a ridosso della Provinciale 17, a Zocco di Erbusco. L'ordigno è rimasto sepolto per 75 anni e le sue 100 libbre (circa 45 kg) di esplosivo sono ancora all'interno della ogiva di metallo mai esplosa per un malfunzionamento dell'innesco a percussione. Le operazioni saranno affidate agli artificieri del 10 Reggimento Genio guastatori di Cremona e richiederanno circa 4 ore di tempo e imporranno misure di sicurezza imponenti.

L'area compresa in un raggio di poco più di 2 chilometri sarà deserta domenica tra le 8 e le 16 . Per tutti saranno attivati tre distinti centri di accoglienza. Le operazioni imporranno la chiusura al  traffico pedonale, ciclabile e veicolare in genere di tutte le strade comunali ricadenti nel perimetro della zona gialla, comprese le Strade provinciali 12, 17, 70 e 469.

Chiusa anche l'autostrada A4: allo stato la prescrizione vale dal casello di Brescia Ovest (per chi viaggia verso Milano) e da quello di Seriate (per chi è diretto verso Venezia), ma le valutazioni della Polstrada delle prossime ore potrebbero ridimensionare la tratta inagibile dalle 8 alle 16. Anche il transito degli aerei sarà soggetto a limitazioni. Divieto totale di sorvolo in base alle disposizioni che saranno emesse da Aeronautica Militare e Enac, con la sospensione contestuale anche dei voli in arrivo ad Orio al Serio tra le 10.30 e le 12.30/13 circa. Nessuna ripercussione diretta, invece, per i voli in partenza. In ogni caso si possono verificare le indicazioni sul sito di Sacbo.