Nell'ultimo giorno di coprifuoco fino alle 22, il bollettino nazionale della pandemia segna 4.452 i positivi al test del coronavirus nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 3.455. Sono invece 201 le vittime in un giorno, 140 ieri. I test effettuati sono stati 262.864, con un tasso di positività all'1,7%. I pazienti in terapia in terapia intensiva sono 1.689 (-65 rispetto a ieri) mentre quelli ricoverati con sintomi sono 11.539 (-485). Gli attualmente positivi in Italia sono 315.308 (-7.583), mentre i dimessi o guariti sono 3.727.220 (+11.831). Le vittime sono invece 124.497. Le regioni con più casi odierni sono Lombardia e Campania, entrambe a +598, seguite da Piemonte (+438), Sicilia (+411), Puglia (+407), Lazio (+348), Emilia Romagna (+331) e Veneto (+306). I contagi totali salgono a 4.167.025. I guariti sono 11.831 (ieri 9.305), per un totale di 3.727.220. Sempre in calo il numero delle persone attualmente positive, 7.583 in meno (ieri -5.991): i malati ancora attivi sono ora 315.308. Di questi, sono in isolamento domiciliare 302.080 pazienti. 

La Toscana è la seconda regione in Italia nella triste graduatoria del tasso di mortalita'. I 118 decessi registrati negli ultimi sette giorni la collocano al quarto posto - dietro a Puglia (131) e Campania e  Lombardia (entrambe a 125); posizione confermata anche a livello quindicinale, dietro alle stesse tre regioni. Ma se si rapporta il dato dei decessi alla popolazione, la Toscana scala due posizioni scavalcando Lombardia e Campania.

I contagi in Italia / PDF

Oggi in Lombardia

 

I dati elaborati dalla Regione Lombardia il 18 maggio 2021

Con 33030 tamponi effettuati è di 598 il numero di nuovi casi positivi al  Coronavirus registrati in Lombardia, percentuale in discesa all'1,8%. In discesa si confermano anche i ricoveri che sono 353 in terapia intensiva (-19) e 1.992 negli altri reparti (-36), mentre sono 31 i decessi, che portano il totale da inizio pandemia a 33.391. Per quanto riguarda le province, a Milano sono stati segnalati 192 contagi, a Monza 85, a Varese 80, a Como 76, a Brescia 39, a Bergamo, 37, a Lecco 26, a Cremona 19, a Mantova 12, a Lodi 8 e a Sondrio 2

"Oggi siamo a quattro milioni e 800 mila dosi in tutta la Lombardia. Le adesioni sono altissime, purtroppo le forniture che l'Europa dà sono molto basse rispetto alle nostre capacità vaccinali, che sono alte. Il nostro obiettivo è di finire le vaccinazioni al 30 agosto con le forniture di oggi". Lo ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione  Lombardia, Letizia Moratti, a margine della visita del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Brescia.  

 

 

Il bollettino del 17 maggio

 

Le regioni

Abruzzo

 

Casi di Covid 18 in picchiata con soli 33 nuovi contagiati in tutta la regione e 493 guariti.  Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi e sale a 2460. Gli attualmente positivi in  Abruzzo sono 6414 (-463 rispetto a ieri). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 0.6 per cento. 

Alto Adige

Sono 84 i nuovi casi su 8.044 tamponi processati, ma il dato confortante è che da sette giorni non vengono registrati decessi. Le nuove positività emerse ieri sono 41 su 938 tamponi molecolari esaminati e 43 su 7.106 test antigenici effettuati. Su 215.405 persone sottoposte a tampone molecolare, 47.895 sono risultate positive. I guariti complessivi sono 71.735. Le persone trovate positive a un test antigenico sono 25.968. Per quanto concerne i ricoveri, 21 sono pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri, 6 quelli in terapia intensiva e 16 quelli in strutture private convenzionate.  

Basilicata

Tre nuovi decessi nelle ultime 24 ore. Lo fa sapere la task force regionale che segnala 85 nuovi contagi, a fronte di 1.453 tamponi molecolari processati. Nella stessa giornata si sono registrate 138 guarigioni. Le persone contagiate in regione sono 4.732 di cui 4.623 in isolamento domiciliare. Continua a calare il numero delle persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sceso a 109 di cui 9 in terapia intensiva.Dati in aggiornamento 

 
Calabria

Sono 108 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive su 3.153 tamponi eseguiti.  Dall'inizio dell'emergenza i decessi sono 1.120 (dato invariato rispetto a ieri), i guariti sono 52.203 (+404 rispetto a ieri), inoltre attualmente i ricoveri sono 373 (-9 rispetto a ieri), di questi 26 in terapia intensiva (+3 rispetto a ieri).

Campania

Sono 598, di cui 198 sintomatici su 13.029 test molecolari eseguiti. Il tasso di incidenza, calcolato senza tenere conto dei tamponi antigenici, è del 4,58% in forte calo rispetto al 7,40%, precedente. Il bollettino odierno dell'Unità di crisi segnala 30 vittime e 1.910 guariti. Continua il trend positivo nell'occupazione dei posti letto per quelli in degenza: 1.118 (-48); sostanzialmente stabili i ricoveri in intensiva: 96 (+1). 

Emilia Romagna

Ci sono 331 nuovi casi di Covid in più rispetto a ieri  su un totale di 24.655 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dunque del 1,3%.  Purtroppo, si registrano 10 nuovi decessi.

Friuli Venezia Giulia

Su 3.848 tamponi molecolari sono stati rilevati 36 nuovi contagi con una percentuale di positività dello 0,94%.  Nella giornata odierna si registrano 2 decessi, i ricoveri nelle terapie intensive rimangono stabili a 15 mentre scendono a 65 quelli in altri reparti.

Lazio

Sono 348 i nuovi casi  Covid nel Lazio, contro i 388 di ieri (e i 635 di martedi' scorso). I decessi sono 14 (8.037 le vittime totali). Ancora in netto calo i ricoveri: le terapie intensive sono 19 in meno, 216 in tutto, mentre i ricoveri ordinari calano di 44 unita' e scendono a 1.519.

Liguria


Sono 80 i nuovi contagi, secondo il bollettino diffuso oggi dalla Regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 3.904 tamponi molecolari e 2.365 antigenici rapidi. In ospedale continua il calo dei ricoveri: sono 301 i pazienti covid, 18 in meno di ieri. In terapia intensiva ci sono 50 pazienti, due in meno di ieri. I nuovi decessi sono 7: sale a 4.294 il numero delle vittime da inizio emergenza. Sul fronte vaccini, dei 837.920 consegnati, ne sono stati somministrati 806.243, ovvero il 96%.  

Marche

Nelle ultime 24 ore non sono state registrate nelle Marche vittime correlate al Covid-19: non succedeva dal 19 ottobre dello scorso anno. E' stato il presidente della Regione, Francesco Acquaroli, ad anticipare la notizia con un post su facebook, con il quale ha anche sottolineato che oggi è' stata raggiunta "la quota di 500 mila prime dosi somministrate nel piano vaccini". I decessi dall'inizio della pandemia restano 2.996, 54 dall'inizio del mese: 1.683 uomini e 1.313 donne, con un'età media di 82 anni. Sono invece  115 i nuovi contagi su 3.535 tamponi: 1.845 nel percorso nuove diagnosi. Il tasso di positività nel percorso nuove diagnosi infine è del 6,2% (ieri era dell'8,5%). 

 

Piemonte

L'Unità di Crisi della Regione 
Sono 437 i nuovi casi di persone risultate positive, pari al 2.0 % di 21.631 tamponi eseguiti, di cui 12.371 antigenici.  I ricoverati in terapia intensiva sono 139 (- 1 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 1.114 (-65 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 8703. I tamponi diagnostici finora processati sono 4.722.847 (+ 21.631 rispetto a ieri), di cui 1.583.793 risultati negativi.   Sono 21 i decessi.

Puglia

A fronte di 11.684 test , sono stati registrati 407 casi positivi. Sono stati, inoltre, registrati 21 decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.396.787 test, 203.808 sono i pazienti guariti e 36.789 sono i casi attualmente positivi.   

Toscana

Sono 237.442 i casi di positività, 291 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono lo 0,1% in piu' rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 216.951 (91,4% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 9.409 tamponi molecolari e 10.304 tamponi antigenici rapidi, di questi l'1,5% e' risultato positivo. Sono invece 6.240 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 4,7% e' risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 13.932, -0,7% rispetto a ieri. I ricoverati sono 969 (62 in meno rispetto a ieri), di cui 167 in terapia intensiva (11 in meno). Sono 18 i nuovi decessi: 12 uomini e 6 donne con un'eta' media di 73,8 anni. 

Trentino

Nessun decesso nelle ultime 24 ore. I nuovi contagi sono 36 (12 accertati su 802 tamponi molecolari e 24 su 1.003 test rapidi).  Scendono a 60 i pazienti 
covid ricoverati negli ospedali trentini: ieri ci sono stati 8 nuovi ingressi ma anche 10 dimissioni. Nei reparti di rianimazione sono ricoverate 14 persone. I nuovi guariti sono 113. Nel dettaglio, i nuovi contagi fra bambini e ragazzi sono 6, la maggior parte dei casi (5) di età compresa fra i 6 ed i 10 anni; c'è anche un caso in fascia 14-19 anni. Le classi in quarantena ieri erano 82. Ci sono invece 4 contagiati fra i 60 ed i 69 anni ed altrettanti in fascia 70-79 anni. Nessun contagio oggi fra gli ultra ottantenni. 

Sardegna

Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 61 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.251.222 tamponi, per un incremento complessivo di 2.257 test rispetto al dato precedente.  Si registra un nuovo decesso (1.438 in tutto). Sono invece 205 (-6) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, mentre sono 40 (+1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.749 e i guariti sono complessivamente 40.778 (+301), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 6. 

Sicilia

Sono 411 i nuovi casi su  24.390 tamponi antigenici e molecolari, mentre i decessi sono stati 22. In Sicilia nelle ultime 24 ore sono state registrate anche 792 guarigioni. Il numero complessivo degli attuali positivi continua a scendere: al momento sono 16.293, 403 in meno rispetto a ieri. Scende anche la pressione sugli ospedali, dove i ricoverati in regime ordinario sono passati dagli 808 di ieri ai 786 di oggi. In calo anche i pazienti in terapia intensiva e sub-intensiva: ieri erano 112, oggi sono 108.

Umbria

Registrano un leggero rialzo gli attualmente positivi, ora 2.343, 16 in più di lunedì. Secondo quanto riporta il sito della Regione nell'ultimo giorno sono stati registrati 69 nuovi positivi, 52 guariti e un morto. Sono stati analizzati 2.833 tamponi e 4.719 test antigenici. Il tasso di positività è dello 0,91 per cento sul totale (1,49 il giorno precedente) e del 2,4 sui soli molecolari (era 2,6). I ricoverati nei ospedali sono 130, uno in meno, 17 dei quali nelle terapie intensive (dato invariato)  

Valle d'Aosta

In  Valle  9 nuovi positivi che portano il totale a 11.402 da inizio pandemia, secondo i dati del bollettino regionale. I positivi attuali sono 387, di cui 26 ricoverati. Tra questi 3 in terapia intensiva e 358 invece sono le persone attualmente in isolamento domiciliare. Il totale dei decessi sale da 468 a 469.  

Veneto

Veneto registra 306 nuovi contagi nelle ultime 24 ore e 12 decessi.  Numeri in crescita rispetto al report di lunedì (erano 173 i nuovi positivi) ma su livelli ancora bassi. Il totale degli infetti da inizio epidemia sale a 420.657, quello delle vittime a 11.499. Il dato più significativo riguarda il brusco calo dei soggetti positivi in isolamento domiciliare, 14.481, 1..029 in meno sul giorno precedente. Prosegue la discesa della pressione sugli ospedali. Complessivamente sono 959 (-32) i malati Covid ricoverati, dei quali 845 (-26) in area non critica, e 114 (-6) nelle terapie intensive.  

 

Il virus nel mondo 

L'India ha superato i 25 milioni di casi di coronavirus: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. Secondo l'università americana, dall'inizio della pandemia nel Paese si contano ad oggi 25.228.996 contagi, inclusi 278.719 decessi. Dal dramma indiano agli Usa dove la pantemia è in pesante frenata. A partire da mercoledì, infatti, ai newyorkesi vaccinati non sarà più richiesto di indossare mascherine o di coprire il viso. Ad annunciarlo è stato il governatore Andrew Cuomo che  ha anche precisato che chi non è vaccinato o è immunodepresso dovrà continuare ad indossare la maschera ed è un obbligo coprire il viso anche sui mezzi di trasporto pubblico, nelle case di cura, negli ospedali, nelle scuole e nelle carceri.

Il punto sui vaccini


Per il coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, Franco Locatelli "è assolutamente ragionevole che debba essere fatta una terza dose di vaccino. Ma non è al momento stimabile quando potrebbe esserne raccomandata la somministrazione perché i tempi di osservazione dei soggetti 
vaccinati sono ancora limitati". Intanto l'Alto Adige da giovedì apre le vaccinazioni a tutte le fasce d'età dai 18 anni in su. Una serie di "serate vax" con Astrazeneca sono in programma in tutta la provincia. Con l'iniziativa serale l'Asl vuole avvicinare le persone che "lavorano di giorno e difficilmente si possono liberare".