Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
2 giu 2022

Elezioni comunali 2022: a Crema in 6 vogliono diventare sindaco

Battaglia all'ultima scheda. Le ricette di tutti i candidati per una città migliore. Il centrodestra si presenta spaccato

2 giu 2022
pier giorgio ruggeri
Cronaca
featured image
Domenica 12 urne aperte a Crema
featured image
Domenica 12 urne aperte a Crema

Crema (Cremona) - La carica dei sei aspiranti sindaci e della 14 liste a loro collegate. La battaglia si disputa domenica 12 giugno, con eventuali tempi supplementari due settimane più tardi. I sei aspiranti sindaci sono Simone Beretta (Centro destra indipendente); Fabio Bergamaschi (Centro sinistra); Maurizio Borghetti (Centro destra unito); Manuel Draghetti (Movimento cinque Stelle); Paolo Losco (Sinistra Unita); Oronzo Santamato (Noi Crema). Simone Beretta, consigliere comunale, punta su "un forte sostegno alla famiglia, alla sussidiarietà, alla libertà di intraprendere. L’unità del territorio e una comune visione strategica per un futuro più competitivo di Crema e del cremasco in Lombardia, nel Paese e nel mondo. Nessun aumento di tasse e riduzioni per famiglie in difficoltà, un deciso sostegno alla natalità e asili nido sufficienti a soddisfare la domanda. I giovani hanno bisogno di prospettive certe, non sono le gang o il bullismo. La cultura, il turismo e lo sport sono un patrimonio da preservare e sostenere. La sicurezza è più illuminazione, meno buche, più vigilanza, più telecamere, più integrazione. L’ambiente ha il nostro rispetto, gli animali pure. La tangenzialina il più in fretta possibile. Sì a un palazzetto dello sport e a un nuovo stadio di calcio". Fabio Bergamaschi, impiegato, sostiene invece che "a Crema si sta bene. Lo dicono gli indicatori socio-economici, i visitatori, affascinati da una bellezza inattesa. Io ho in mente Crema, la città del benessere. Più alberi e aree verdi attrezzate per i bambini e le famiglie in ogni quartiere e un fiume Serio sempre più fruibile. Puntiamo a rinsaldare le relazioni tra le realtà sanitarie presenti sul territorio. Daremo attenzione agli alloggi popolari, promuoveremo il cohousing per persone fragili e anziani, rafforzeremo l’attenzione alla disabilità e alle barriere architettoniche con l’istituzione del Garante per la disabilità. Terremo sempre in mente pedoni, pedali e pendolari. Sul ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?