Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

Crema, disoccupati e sfrattati: ora sperano

Contratto di sei mesi in un’azienda della cosmesi per Salvatore Morelli e la compagna

pier giorgio ruggeri
Cronaca
Salvatore Morelli col contratto. La sua famiglia era destinata a dormire in auto
Salvatore Morelli con il contratto

Da domani Salvatore Morelli, 58 anni e la sua compagna Manuela di 45 lavoreranno nell’azienda Chromavis, tramite un’agenzia del lavoro di Crema. Per il momento hanno firmato un contratto a tempo determinato valido sei mesi, ma è già un buon inizio per chi, solo qualche giorno fa, aveva come unica prospettiva quella di dover andare a vivere in auto. Lui, la compagna e i loro tre figli di 13, 14 e 16 anni. Morelli, il mese scorso, tramite le testate locali, aveva rivolto un appello: disoccupato e sfrattato, cercava un lavoro e una casa. La sua vicenda in breve era arrivata a molte persone qualcuno ha dato il suggerimento giusto. Così il lavoro è arrivato e adesso la famiglia cerca, con una certa urgenza, una casa dove poter andare a vivere quando dovrà lasciare l’abitazione nella quale fino a oggi si trova. "Ringrazio i giornalisti – spiega al telefono Salvatore Morelli - che si sono interessati al mio caso. Dopo i primi articoli comparsi sulla stampa locale una persona ci ha contattato, è venuta a verificare la situazione e ci ha detto di iscriverci a un’agenzia del lavoro di Crema. Lo abbiamo fatto e dopo poco siamo stati chiamati. Lavoreremo alla Chromavis di Offanengo e siamo molto felici di questa opportunità". Morelli, ex magazziniere in una ditta di Palazzo Pignano, tre figli tutti minorenni, era rimasto disoccupato in conseguenza del calo di ordinativi dovuto alla crisi economica. Adesso lui e la sua famiglia possono finalmente tirare un sospiro di sollievo, per quel che riguarda il lavoro.

Ma c’è anche l’urgenza della casa dove andare ad abitare, dopo lo sfratto che incombe sulla sua famiglia e che sarà esecutivo a giorni. "Capisco – continua - che un proprietario possa avere delle remore nell’affittare una casa a lavoratori a tempo determinato, però da parte nostra la buona volontà e la speranza di poter vedere i nostri contratti prolungati ci sono e noi ce la metteremo tutta per conservare questi posti di lavoro che possono finalmente donare serenità e stabilità alla nostra famiglia. Ho fiducia anche in questo caso, in una soluzione positiva".

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?