Mauro Pamiro e Debora Stella
Mauro Pamiro e Debora Stella

Crema (Cremona), 17 luglio 2020 - "Una storia d’amore bellissima, quella di Debora e Mauro. Tutti e due pacifisti, vivevano del loro amore. Adesso lei è sconvolta, non sa come orientarsi, cosa pensare". Rompe il silenzio Tiziana Stella, la zia della moglie del professore, per dire che la nipote in questa storia è una vittima. E ripercorre le terribili tappe della vicenda.

Il racconto parte da sabato 27 giugno. La coppia è da amici e Mauro Pamiro alle 18 prende la bici e torna alla sua abitazione. È stanco e si mette a letto, fatto non inconsueto secondo Debora che quando arriva a casa, alle 20, lo trova addormentato. La scena di sposta dopo le 23, quando Mauro si alza ed esce. "Non era inconsueto – riprende la zia – che Mauro uscisse di notte e questo non ha preoccupato Debora, che è tornata a dormire". Mauro esce di casa a piedi nudi. Anche questo fatto, secondo quanto dice la moglie, era usuale perché al marito piaceva girare a piedi nudi. Pamiro esce di casa senza portafoglio, senza cellulare e a piedi nudi e non fa più ritorno: "Debora si accorge che Mauro manca alle 5 del mattino". La donna viene presa da grande agitazione. Il cellulare del marito è in casa, non sa come mettersi in contatto con lui, in più c’è l’amico che vuole la sua pianola. Debora va dal suocero senza avvisarlo, prende la tastiera e la dà all’amico. Poi va a camminare in campagna, disorientata.

"Non abbiamo idea di che cosa possa essere successo – dice Tiziana Stella – e neppure Debora lo sa perché è in uno stato confusionale". Fatto è che in qualche modo Debora si convince che Mauro sia andato a trovare la mamma che è a Sestri Levante e passa la domenica e la notte senza avvertire nessuno. Durante la giornata va anche al cimitero a far visita alla mamma. Prende la sua bici bianca, indossa un paio di sandali di Mauro. Mette la bicicletta nella rastrelliera e la chiude. Quando torna un sandalo si rompe, le chiavi del lucchetto non ci sono più. Debora butta via il sandalo rotto, mette l’altro nel cestello della bici e si avvia verso casa, poche decine di metri. Resta sola fino al lunedì, quando arriva la polizia con la ferale notizia. 

"Debora è confusa ed è in terapia, non torturatela: deve ancora capire che cosa è successo al marito. Ha bisogno di tempo". Intanto ieri il procuratore Roberto Pellicano ha affermato che è tutto chiaro: si tratta di suicidio. Mauro Pamiro si è buttato dall’impalcatura, vicino al corpo c’era un sasso con del sangue che avrebbe provocato la ferita alla testa.