Mariano Comense, va al bar con un “taser”: denunciato operaio di 21 anni

Via Songia, il giovane aveva comprato l'arma su un sito internet al prezzo di 30 euro

Il "taser" sequestrato

Il "taser" sequestrato

Mariano Comense, 15 febbraio 2024 – A un controllo dei carabinieri, avvenuto lunedì sera tra i clienti di un locale pubblico di via Songia a Mariano Comense, è stato trovato in possesso di una pistola “taser”, portato in luogo pubblico e detenuto irregolarmente, in quanto considerato equiparabile a un’arma.

Il ragazzo, un operaio di 21 anni residente a Mariano, era in compagnia di alcuni coetanei, ed è stato portato in caserma per accertamenti e per procedere al sequestro. I militari della Tenenza hanno potuto verificare che il “taser” era stato acquistato mesi fa on line su un grosso sito commerciale, al prezzo di circa 30 euro.

L’arma è stata sequestrata e il ventunenne denunciato a piede libero per porto abusivo di arma in luogo pubblico: la sua offensività, al pari di qualunque apparecchio storditore, lo inserisce infatti tra gli oggetti di cui è vietato il porto al di fuori dei luoghi privati, senza autorizzazione.