Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 mag 2022

Cernobbio, da Manara a Cho: il fumetto è per intenditori

A Villa Erba il Lake Como Comic Art Festival ha richiamato collezionisti da tutto il mondo a caccia di una tavola autografata

15 mag 2022
roberto canali
Cultura
Juanjo Guarnido e Milo Manara alla terza edizione dell’evento organizzato nel polo fieristico
Juanjo Guarnido e Milo Manara alla terza edizione dell’evento
Juanjo Guarnido e Milo Manara alla terza edizione dell’evento organizzato nel polo fieristico
Juanjo Guarnido e Milo Manara alla terza edizione dell’evento

Cernobbio (Como), 16 maggio 2022 - C’è chi, per avere un disegno, anzi una tavola autografata dal proprio artista preferito ha attraversato l’Italia o addirittura l’Europa, disposto a spendere anche 450 euro per rimanere un intero fine settimana gomito a gomito con mostri sacri del calibro di Milo Manara, il preferito di Federico Fellini, Frank Cho, che per la Marvel ha firmato albi memorabili con Avengers e Wolverine, o Adam Kubert, la mano che disegna Hulk, gli X-Men e Superman. Solo alcuni dei protagonisti del Lake Como Comic Art Festival, giunto alla terza edizione e dedicato alla Original Art, i disegni originali realizzati a china sotto forma di tavola o striscia, pezzi unici oggetto di una caccia accanita dai collezionisti di tutto il mondo.

L’evento è stato creato da alcuni dei fondatori del Big Wow Comic Fest in California e del Paris Comic Expo, per offrire a un numero selezionato di cultori, non più di mille, la possibilità di vivere un fine settimana con le star internazionali del fumetto. "Contrariamente ad altre comic convention, al Lake Como Comic Art Festival abbiamo scelto di concentrarci sulle tavole originali e i migliori creatori di tutto il mondo nel settore dei fumetti – spiegano gli organizzatori –: non ci sono cosplayer o venditori di ninnoli solo marginalmente legati al mondo dell’arte del fumetto, che sono ospiti fissi in altre convention. Un’altra tendenza deprecabile è la continua espansione degli altri eventi al punto che gli spettacoli sono così affollati che in pochissimi riescono ad avere accesso a panel e creatori. Da noi il numero di biglietti è limitato, solo mille persone sono ammesse. Speriamo in questo modo di ritornare a quei giorni in cui un fan poteva veramente interagire con il suo creatore preferito, comprare direttamente da lui tavole originali o commission e farsi autografare gli albi preferiti".

Il pubblico selezionatissimo sembra gradire, compresi i ragazzi, ammessi gratuitamente ma solo fino a tredici anni, a patto di essere accompagnati dai genitori. Sono loro i fan più scatenati, disposti a mettersi in coda anche due ore pur di potersi sedere di fronte ai loro artisti prediletti e ottenere una tavola personalizzata con dedica. Esagerazioni? Non sempre, i fumetti vanno fortissimo tra i collezionisti e un disegno originale con tanto di autografo, che oggi si può ottenere pagando qualche centinaio di euro, entro pochi anni può essere rivenduto anche per alcune migliaia.

Non è un caso che a Villa Erba, oltre agli artisti, fossero presenti alcuni dei maggiori intermediari di tavole originali americani e italiani e un paio di case d’asta che hanno proposto agli appassionati le loro collezioni di tavole originali dei più grandi artisti dei fumetti al mondo. «Siamo orgogliosi di essere stati confermati come location per una manifestazione internazionale così importante che consolida un nuovo filone economico e culturale di nicchia per Villa Erba e per il territorio – sottolinea Piero Bonasegale, direttore generale del polo fieristico –. Una ulteriore opportunità di visibilità e promozione per il lago".

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?