Un vademecum per le mamme e i papà che stanno per partire per le vacanze con i loro bambini quello preparato dal dottor Gaetano Mariani, primario del reparto di Pediatria dell’ospedale Sacra Famiglia di Erba. "Le mamme ci rivolgono tante domande: quest’anno oltre ai soliti consigli ci sono tutte le domande inerenti alle precauzioni da seguire circa la protezione...

Un vademecum per le mamme e i papà che stanno per partire per le vacanze con i loro bambini quello preparato dal dottor Gaetano Mariani, primario del reparto di Pediatria dell’ospedale Sacra Famiglia di Erba. "Le mamme ci rivolgono tante domande: quest’anno oltre ai soliti consigli ci sono tutte le domande inerenti alle precauzioni da seguire circa la protezione nei riguardi di questo nuovo virus – spiega il medico - I più piccoli devono essere informati di quanto accade e resi consapevoli di ciò che sta avvenendo intorno a loro. Molto probabilmente dovremo convivere con questo stato di emergenza ancora per molti mesi, e non dovremo abbassare la guardia neanche durante il rientro a scuola e il prossimo inverno. È quindi importante che i genitori infondano consapevolezza e diano messaggi chiari ai propri figli, senza per questo allarmarli eccessivamente". La prima regola è insegnare ai bambini, specie quelli più grandi, a giocare e muoversi nel rispetto delle regole di distanziamento sociale, evitando di condividere spazi e giochi con gli altri, specie negli ambienti chiusi. "Anche in spiaggia resta l’obbligo di mantenere sempre e comunque la distanza interpersonale di almeno un metro tra i bagnanti, di indossare la mascherina quando non si sta nella propria area ombrellone, di evitare assembramenti – prosegue il primario del Fatebenefratelli - Al mare, la distanza minima tra le persone è di un metro ma, attenzione, intorno a ogni ombrellone dovranno esserci 10 metri quadri, cioè circa 3 metri lineari tra un ombrellone e l’altro. Il rischio di contagio attraverso la sabbia e l’acqua, sulla base dei dati attualmente disponibili, non sembra significativo. Anche in questo caso, tuttavia, possiamo fare la nostra parte: evitando la condivisione con altri di asciugamani, accappatoi e altri oggetti di comune".

Ro.Can.