La sfida del risparmio energetico Le case del futuro nascono a Lecco

Al campus del Politecnico è stato realizzato un laboratorio di progettazione unico nel suo genere .

La sfida del risparmio energetico  Le case del futuro nascono a Lecco

La sfida del risparmio energetico Le case del futuro nascono a Lecco

I cappotti per gli edifici green del futuro a prova di bonus 110% nascono in riva al lago. Li concepiscono i ricercatori e gli studenti del Polo territoriale di Lecco del Politecnico di Milano. Al campus lecchese è stato realizzato un innovativo laboratorio per ideare, progettare, costruire e testare materiali e soluzioni ad alta efficienza energetica per gli involucri degli immobili. È il BEEpilot - Building Energy Efficiency pilot, una vera e propria casa-laboratorio tramite cui architetti e ingegneri del PoliMi di Lecco mirano a rivoluzionare il settore energetico, nell’ambito dell’ambizioso progetto di ricerca europeo MEZeroE, che sta per Measuring Envelope products and systems contributing to next generation of healthy nearly Zero Energy Buildings.

Si tratta di un progetto multidisciplinare che coinvolge esperti del settore per aumentare l’efficienza energetica negli edifici. Il settore dell’edilizia è uno dei principali responsabili delle emissioni di anidride carbonica e richiede ingenti quantità di energia per il riscaldamento, il raffreddamento e l’illuminazione degli ambienti. "La frammentazione e la complessa struttura del mercato edilizio sono, ad oggi, tra le principali barriere all’innovazione tecnologica del settore – spiega Graziano Salvalai, responsabile scientifico del progetto, titolare degli insegnamenti Energy efficient buildings e Tecnologia di componenti e sistemi edilizi e impiantistici al Politecnico di Milano -. In questo contesto vogliamo offrire un ecosistema per lo sviluppo, la sperimentazione e il potenziamento di prodotti per l’involucro che siano smart, a base biologica e incentrati sulla persona. Il laboratorio BEEpilot è un sistema versatile che ha consentito di effettuare diversi tipi di prove termiche, igrometriche, acustiche, illuminotecniche, di tenuta all’aria e di qualità dell’aria, sottoponendo gli elementi, di cui si devono verificare le performance, agli agenti atmosferici esterni e creando all’interno il clima di cui abbiamo bisogno per ciascun specifico test riguardanti numerosi aspetti come l’invecchiamento delle guaine, la presenza di umidità nei materiali o l’efficacia della ventilazione in facciata attraverso l’utilizzo di un’apposita sensoristica di facciata".

La casa-laboratorio è un prototipo sperimentale multifunzionale a servizio non solo di ricercatori e studenti, ma anche di produttori di materiali e di facciate, professionisti, appaltatori edili, investitori e utenti finali.

Daniele De Salvo