Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Epatite dei bambini, nuovo caso sospetto in Lombardia: bimba di 17 mesi ricoverata a Erba

La piccola, residente in provincia di Lecco, si trova in ospedale dallo scorso 24 aprile. Le sue condizioni sono in miglioramento

10-01-2019 MENAGGIO COMO OSPEDALE ERBA-RENALDI INFERMIERI IN UN REPARTO
FOTO CUSA  CELL 335 6855682
fabriziocusa@gmail.com
Ospedale

Erba (Como) - Epatite acuta nei bambini: nuovo caso sospetto in Lombardia. Dallo scorso 24 aprile una bimba di 17 mesi, residente in provincia di Lecco, è ricoverata al Fatebenefratelli di Erba con i sintomi della misteriosa epatite riscontrata per la prima volta nel Regno Unito.

La piccola, le cui condizioni fortunatamente sono in via di miglioramento, è stata sottoposta a esami specifici in coordinamento con l’ospedale di Bergamo, centro di riferimento per questi casi. Si attende il responso ufficiale degli esiti ma sembrano esserci pochi dubbi che si tratti di questa nuova epatite che colpisce i bambini sotto i dieci anni e il caso è già stato segnalato a Regione Lombardia.

Secondo una flash survey nazionale effettuata dall'area fegato della Società italiana di gastroenterologia epatologia e nutrizione pediatrica (Sigenp), avviata il 21 aprile e chiusa ieri, sono 20 i casi sospetti di epatite acuta segnalati finora in Italia, tre quelli in Lombardia (uno a Brescia, uno a Bergamo e uno a Milano). Che con quest’ultimo caso lecchese diventano rispettivamente 21 e quattro. In Lombardia si è verificato il caso più grave, quello di un undicenne bresciano per il quale è stato necessario un trapianto di fegato, effettuato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

Secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, nei Paesei Ue (Italia compresa) sono 55 i casi segnalati di epatite acuta grave a eziologia sconosciuta tra bambini. Per quanto riguarda le possibili cause della malattia, l'ipotesi corrente è che un'infezione o una coinfezione da adenovirus sia la causa più probabile. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?