Como, Opera Education Experience per docenti e famiglie

Turandot protagonista di un weekend formativo per approfondire il mondo dell'Opera

Un laboratorio di Opera Education
Un laboratorio di Opera Education

Como, 30 ottobre 2023 - Opera Education torna ad aprire la sua stagione con il tradizionale weekend di approfondimento.

Titolo protagonista di quest’anno è Turandot di Giacomo Puccini, in occasione delle celebrazioni dedicate al compositore, per il centenario della sua morte. L’opera verrà declinata nei vari progetti per coinvolgere bambini e ragazzi di tutte le età secondo un format a loro dedicato.

Si parte sabato 4 novembre con una giornata di formazione per educatori e docenti alla scoperta dei progetti Opera baby, Opera kids e Opera domani. Dalle 9.30 alle 18.00 gli insegnanti potranno partecipare ad incontri con i team di regia, approfondimenti sull’opera pucciniana, spunti didattici, accessibilità, momenti partecipativi e attività teatrali per un’immersione formativa e performativa nel mondo di Opera Education. Le sessioni di formazione dedicate ai docenti di Opera domani continuano anche nella giornata seguente, domenica 5 novembre dalle 9.30 alle 13.00 con laboratori di approfondimento. Domenica 5 è dedicata anche alle famiglie con Opera Family Experience. Una giornata di laboratori e attività per bambini fino ai 10 anni, genitori, nonni, per un’immersione nel magico mondo dell’opera, del teatro e di Turandot. Sono in programma al mattino laboratori musicali gratuiti sugli spettacoli di questa stagione e divisi per fasce d’età: per bambini dai 3 anni su “Turandot. Cuore di ghiaccio”, e “Turandot. Enigmi al museo” dai 6 anni, infine “Cervello di mamma e memoria dei neonati”, l’incontro con Parto Positivo e Baby Brains, per famiglie in attesa di un bimbo e neogenitori. Al pomeriggio, in Teatro alle ore 16.00, va in scena lo spettacolo Chicco, di Teatro Gruppo Popolare, per bambini dai 18 mesi ai 3 anni: una sorta di lunga ninna nanna che cerca con dolcezza di raccontare la crescita di un seme come metafora del crescere dei bambini stessi.