Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
29 set 2015

Il formaggio Silter diventa dop: il marchio dalla Commissione Europea

Da Bruxelles arriva l'ok al riconoscimento per il formaggio prodotto solo in val Camonica e Sebino

29 set 2015
featured image
featured image

Brescia, 29 settembre 2015 - L'Italia ha una nuova stella nel firmamento delle Dop alimentari: è il formaggio Silter, che viene prodotto in   47 comuni della Valle Camonica e in parte anche del  Sebino Bresciano. L'ok è arrivato dalla  Commissione  europea p er  l'iscrizione  nel registro europeo delle eccellenze. Il ' Silter' è un formaggio  a pasta dura e dalla crosta liscia , da oggi è anche una nuova denominazione  d'origine protetta contro imitazioni e falsi. Il formaggio Silter viene prodotto durante tutto l'anno ed  esclusivamente con latte crudo parzialmente scremato solo per  affioramento della panna. Le vacche in lattazione, nelle singole  aziende, devono appartenere alle razze tipiche di montagna  (bruna, grigio alpina e pezzata rossa) almeno per l'80%.  Le vacche di razza bruna in particolare devono essere almeno il 60% di tutte le vacche in lattazione nelle singole aziende, alimentate con erba e/o fieno, il foraggio che cresce nei prati permanenti e nei pascoli dell'area di produzione.  La fase di stagionatura dura minimo di 100 giorni. 'Le caratteristiche organolettiche, derivate da analisi sensoriali, conferiscono al prodotto aromi molto particolari, quali ad esempio: "frutta secca", "burro", "latte di vacche al pascolo", "foraggi verdi o essiccati" e "farina di castagne".   Sono oltre 1.290 le denominazione  di origine protette(Dop, Igp e Stg) a livello Ue, con l'Italia  al top.

"Il riconoscimento della Dop al  formaggio bresciano Silter e' un risultato di grande  soddisfazione per gli allevatori del territorio, che vedono  coronare il sogno di un marchio europeo. Auguro loro grandi  successi e di ampliare la loro presenza sui mercati esteri e  sulle tavole dove si ricerca la qualita'". Cosi' ha detto  l'assessore all'Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava .

  "Salgono cosi' a 14 le Dop lattiero casearie della Lombardia - ha  ricordato Fava - frutto di una lunga tradizione e di un'arte nella  produzione che ha origini secolari". Incassato il sigillo  dell'eccellenza agroalimentare, che porta a 32 le Dop e Igp Made  in Lombardia, per il Silter Camuno Sebino si apre la sfida della  commercializzazione. "Mi auguro che ora i produttori cerchino  alleanze per valorizzare sui mercati una produzione di grande  qualita' - ha auspicato Fava - in modo da raggiungere anche i consumatori all'estero". Le 14 dop lattiero casearia comprendono:  Bitto, Formaggella del Luinese, Formai de Mut dell'Alta Valle Brembana, Gorgonzola, Grana Padano, Nostrano Valtrompia, Parmigiano-Reggiano, Provolone Valpadana, Quartirolo lombardo, Salva cremasco, Silter, Strachi'tunt, Taleggio, Valtellina Casera. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?