Coronavirus, medici e infermieri agli Sedali civili di Brescia (Ansa)
Coronavirus, medici e infermieri agli Sedali civili di Brescia (Ansa)

Brescia, 26 marzo 2020 - Battaglia al coronavirus: botta e risposta in televisione tra il vicesindaco di Brescia,  Laura Castelletti e l'assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera.

"A Brescia siamo allo stremo, i dati qui non sono così entusiasmanti: abbiamo seimila contagi riconosciuti ma ce ne sono dieci volte di più", ha detto Castelleti rilanciando quanto sostenuto dal sindaco Emilio Del Bono. "Abbiamo bisogno dei tamponi per le persone che sono a casa malate e i loro familiari - ha aggiunto - questo è un intervento necessario. Bisogna sostenere i medici sul territorio che sono stremati, a noi mancano mascherine e gel disinfettante".

Una presa di posizione che non è piaciuta a Gallera, anch'egli presente negli studi di Agorà su RaiTre. "Siamo tutti sulla stessa barca - ha replicato - il tema è quello di provare a curare le persone e noi lo stiamo facendo in una guerra, perché i morti ci sono non perché c'è una distrazione, ma perché siamo stati travolti da qualcosa che dove sta arrivando miete vittime in numero enorme. Le istituzioni devono dare risposte insieme. Qua non ci sono superstar, persone che sono più umane o brave delle altre, ma siamo eletti dei cittadini e abbiamo giurato di provare a dare delle risposte e le risposte si danno insieme E' facile evidenziare i problemi, il tema è provare a dare risposte. Ai cittadini bisogna dire cose vere e dare risposte serie e concrete, il dramma di chi è sul territorio è il mio dramma. La risposta non è venire in tv e vomitare ogni cosa. Io capisco la difficoltà dei sindaci, è la mia difficoltà. Capisco il problema umano e la loro difficoltà ma chi ha un ruolo istituzionale cerca di trovare la migliore soluzione che c'è e che non è lasoluzione perfetta".