Lago di Garda, chi era Francesco Zanetti, morto con l’acqua scooter

Il 32enne era un appassionato dello sport acquatico, in cui si cimentava spesso. Ancora mistero sulle cause del decesso

Un'immagine di Francesco Zanetti (da Facebook)
Un'immagine di Francesco Zanetti (da Facebook)

Brescia, 15 agosto 2023 – Era un appassionato di moto d’acqua Francesco Zanetti, il giovane veronese di 32 anni, il cui corpo è stato trovato questa mattina attorno alle 4 sulla sponda del lago di Garda in provincia di Brescia vicino a Punta Grò, nel comune di Sirmione.

Chi era Francesco Zanetti

Sul suo profilo Facebook sono tante le immagini scattate in sella alla moto che sfreccia sulle acque. 

L’uomo, originario di Sona, nel Veronese, aveva frequentato l’istituto Einaudi di Verona e, dopo alcuni impieghi, era approdato alla Sedigraf.

L’allarme scattato alle 2 di notte

L’allarme sulla scomparsa di un 32enne è stato dato alle 2.20 di notte da alcuni amici ed il corpo è stato ritrovato solo un paio d’ore dopo. 

 La Guardia Costiera del Garda, che coordina i soccorsi sul bacino lacuale, ha inviato la Motovedetta CP 862, munita di strumentazione di ricerca notturna, e tramite la sala operativa dei Vigili del Fuoco di Verona, un battello pneumatico di Bardolino per eseguire una perlustrazione più sottocosta. Ora sono in corso gli accertamenti per comprendere le cause della morte del 32enne.