Una 15enne filmata col cellulare sotto la doccia del centro sportivo, indagato lo schermidore Andrea Cassarà

Brescia, lo sportivo indagato per produzione di materiale pedopornografico. “Telefonino sequestrato”. Al vaglio dei carabinieri i video delle telecamere di sicurezza. La Federazione italiana scherma allerta la Procura sportiva

Andrea Cassarà
Andrea Cassarà

Brescia, 24 ottobre 2023 - L'ex azzurro di scherma Andrea Cassarà, 39 anni, originario di Passirano (Brescia), è indagato dalla procura di Brescia per “produzione di materiale pedopornografico”.  I carabinieri, secondo una ricostruzione del Giornale di Brescia, nei giorni scorsi gli hanno sequestrato il telefono che ora dovrà essere analizzato.

L'indagine sarebbe nata dalla denuncia di una 15enne che avrebbe raccontato di aver visto un telefonino che la riprendeva mentre era sotto la doccia negli spogliatoi di un centro sportivo di Brescia.

La ragazza non avrebbe visto chi, forse attraverso una grata, teneva in mano il cellulare, ma dopo la denuncia i militari hanno acquisito i video delle telecamere di sicurezza esterni alla palestra.

Andrea Cassarà, attraverso i video, sarebbe stato visto in una zona compatibile a quella indicata dalla presunta giovane vittima e in un orario compatibile. Da qui la decisione della Procura di Brescia di indagare l'ex schermidore e sequestrargli il cellulare alla ricerca di eventuali riscontri.

La Federazione Italiana Scherma fa sapere in una nota di aver “ricevuto ufficialmente questa mattina (24 ottobre 2023) informazione dal Centro Sportivo Carabinieri di una denuncia a carico del tesserato Andrea Cassarà”. A seguito di ciò, la Federazione “si è immediatamente attivata per trasmettere la comunicazione alla Procura Federale, al fine di avviare tempestivamente i procedimenti conseguenti”.