Brescia, autista del bus dà pugni agli agenti di polizia locale. La difesa: “È stato provocato”

L'arresto è stato convalidato e il 38enne è tornato in libertà. L’aggressione dopo un banale incidente in cui era coinvolto il mezzo della linea 17 di Brescia Trasporti

Un mezzo di Brescia Trasporti
Un mezzo di Brescia Trasporti

Brescia – È stato convalidato l'arresto dell'autista del bus di Brescia Trasporti arrestato ieri, giovedì, dopo essersi reso protagonista di un'aggressione ai danni di due agenti della polizia Locale intervenuti per rilevare un banale incidente in cui era rimasto coinvolto l'autobus della linea 17 da lui condotto.

Il giudice non ha applicato misure cautelari e il trentottenne è tornato in libertà. Affronterà il processo il prossimo 18 marzo. Il suo legale, l'avvocato Alessandro Mainardi, ha infatti chiesto i termini a difesa per poter visionare le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate in zona. Il conducente avrebbe reagito a una provocazione da parte degli agenti, è la tesi difensiva. Dopo avere urtato una macchina in via San Rocchino, avrebbe aggredito prima verbalmente e poi a pugni i vigili che gli chiedevano i documenti.