Ancora una gioia in pieno recupero per il Brescia che vince a Cosenza con una rete al 48'
Ancora una gioia in pieno recupero per il Brescia che vince a Cosenza con una rete al 48'

Brescia,  9 marzo 2019 - Vittoria incredibile di un Brescia che dimostra di voler fermamente la serie A ed ha il grande merito di saper indirizzare nel verso desiderato una gara che si era messa nel peggiore dei modi in casa di un volitivo Cosenza. I rossoblù, infatti, si portano sul 2-0 prima dell'intervallo, ma nella ripresa devono cedere al veemente ritorno delle Rondinelle che, come è diventata una preziosa abitudine, fanno la differenza in pieno recupero e conquistano tre punti più che d'oro.

Gli ospiti partono con lo schieramento previsto, con Semprini e Spalek che vincono il rispettivo ballottaggio con Mateju e Tremolada. La formazione ospite è propositiva e Bisoli e Donnarumma si rendono insidiosi già nei primi minuti. La risposta dei calabresi giunge all'8' con una secca sventola di Tutino che obbliga Alfonso a respingere in angolo. In biancazzurri continuano a farsi valere e ancora Donnarumma e poi Torregrossa cercano di insidiare la rete difesa da Perina. Dopo un botta e risposta tra le due contendenti intorno al quarto d'ora rimasto senza esito, al 18' si infrange l'equilibrio. Bruccini prende una respinta corta di Romagnoli e scaglia un tiro a rete che lo stesso difensore bresciano devia incolpevolmente spiazzando Alfonso. Uno svantaggio tanto inatteso quanto immeritato che gli ospiti cercano di cancellare con una punizione di Sabelli che al 22', da ottima posizione, non riesce a superare la barriera. La strada per il Brescia si mette ancora più in salita al 27', quando Embalo di testa anticipa Romagnoli e firma il classico gol dell'ex. La compagine di Eugenio Corini stenta ad assorbire il colpo e solo nel finale del primo tempo torna a farsi vedere con una certa incisività dalle parti di Perina. Al 35' tenta la conclusione Donnarumma, mentre al 42' Sabelli libera Spalek davanti a Perina, che però riesce a deviare provvidenzialmente in angolo. Il primo tempo si chiude con un duplice guizzo di Torregrossa, che però non riesce ad accorciare le distanze.

Il Brescia deve così affidare tutte le sue speranze alla ripresa, che si apre con un pregevole tiro-cross di Sabelli che Perina è bravo a deviare in angolo. Le Rondinelle sembrano però rinfrancate e all'8' Ndoj e sabelli dialogano per l'assist che permette a Spalek di rifarsi dell'errore precedente, riaprendo la partita con il gol che offre nuovo slancio agli ospiti. Il Cosenza si riaffaccia in avanti al 10' e Tutino si lamenta per un contatto con Romagnoli, ma l'arbitro fa proseguire. I biancazzurri cercano di spingere a pieno ritmo e i calabresi puntano a rallentare il gioco, chiudendo gli spazi. Al 25' Torregrossa anticipa Perina in uscita su un campanile e appoggia la sfera a Donnarumma che insacca, ma il direttore di gara ravvisa un'irregolarità sul portiere locale ed annulla il pareggio. Il 2-2 è comunque nell'aria e al 29' Sciaudone atterra Torregrossa in area per un ineccepibile rigore che Donnarumma trasforma di precisione. Ritrovata la parità, la squadra di mister Corini crede nel sorpasso, ma il Cosenza non vuole mollare e cerca di riportarsi a sua volta in vantaggio. Il pareggio sembra così destinato a diventare il risultato definitivo del combattuto match del "Marulla", ma ancora una volta in pieno recupero il Brescia colpisce. E' il 48' quando Donnarumma porge un assist dorato a Bisoli che firma il gol del sorpasso che consente al Brescia di presentarsi alla sosta ancora davanti a tutti.


Cosenza-Brescia 2-3 (2-0)

Cosenza (4-3-3):
Perina 6,5; Bittante 6, Capela 6, Dermaku 6, Legittimo 6,5; Bruccini 6,5, Palmiero 6 (31’ pt Mungo 6), Sciaudone 6; Embalo 6 (18’ st Garritano 6), Tutino 6,5, Baez 6 (34’ st Litteri sv). A disposizione: Saracco; D’Orazio; Hristov; Izco; Schetino; Maniero. All: Piero Braglia 6.
Brescia (4-3-1-2): Alfonso 6,5; Sabelli 6,5, Gastaldello 6,5, Romagnoli 6, Semprini 6 (39’ st Mateju sv); Tonali 6 (41’ st Martinelli sv), Bisoli 6,5, Ndoj 6; Spale 6 (18’ st Dall’Oglio 6); Donnarumma 6,5, Torregrossa 6,5. A disposizione: Andrenacci; Lancini; Viviani; Cortesi; Rodriguez. All: Eugenio Corini 7.
Arbitro: Dionisi de L’Aquila 6.
Reti: 18’ pt Bruccini; 27’ pt Embalo; 8’ st Spalek; 30 st Donnarumma (rig.); 48’ st Bisoli.
Note: ammoniti: Legittimo; Tonali; Tutino; Mungo – espulso: 36’ st Braglia (all. Cosenza) – angoli: 4-3 per il Brescia – recupero: 3’ e 5’ – spettatori: 9.000 circa.