Donnarumma spera di "riprendersi" il Brescia dopo le soddisfazioni dello scorso anno
Donnarumma spera di "riprendersi" il Brescia dopo le soddisfazioni dello scorso anno

Brescia, 16 gennaio 2020 - Sul campo il Brescia sta preparando la gara, solo da vincere, che domenica porterà il Cagliari al “Rigamonti” per la prima giornata di ritorno, ma intanto si sta facendo addirittura “bollente” il mercato. A livello strettamente agonistico la rifinitura di domani definirà i dettagli della formazione che cercherà di conquistare tre punti più che fondamentali con i sardi dell’ex Maran.

Confermato l’ormai canonico 4-3-1-2, rientreranno dopo la squalifica Tonali e Cistana, mentre Bisoli starà fermo ai box per la giornata che gli è stata inflitta dal giudice sportivo. Rimane da verificare la situazione di Skrabb, che dopo una settimana di attesa, è diventato finalmente una Rondinella ed ha cominciato allenarsi con il gruppo.

Il venticinquenne centrocampista-attaccante finlandese, che si è detto “orgoglioso di giocare nella squadra che è stata di un calciatore che lo ha ispirato come Roberto Baggio”, sembrerebbe in buone condizioni, anche se, ovviamente rimane tutta da costruire l’intesa con i suoi nuovi compagni. L’arrivo dell’ex giocatore del Norrkoping non sarà l’unico inserimento in un Brescia che dopo avere raggiunto il giro di boa con soli 14 punti deve cambiare radicalmente passo nel ritorno. In questo senso sembra sempre più vicino il venticinquenne sloveno Miha Zajc, che attualmente si sta allenando con il Fenerbahce, ma che ha già manifestato il suo gradimento per un possibile ritorno in Italia dove ha già giocato nell’Empoli.

Sempre rimanendo a centrocampo, la società del presidente Cellino continua le trattative che pongono in primo piano Mehdi Bourabia, ventottenne del Sassuolo e un altro giocatore che il sodalizio neroverde ha prestato all’Empoli come il ventenne Davide Frattesi. I buoni rapporti con il Cagliari, al di là ovviamente della delicatissima sfida di domenica (che anche i rossoblù in serie negativa non possono assolutamente sbagliare), rendono possibile avviare i contatti per portare a Brescia il moldavo Artur Ionita, classe ’90, un altro inserimento che potrebbe completare a dovere il centrocampo biancazzurro.

Per il resto si continua ad inseguire un elemento per la fascia sinistra (un mancino puro e non un destro adattato), ma in questa direzione non sembra vicina la fumata bianca che anche mister Corini attende con una certa trepidazione. Sul versante opposto l’approdo all’Ascoli di Leonardo Morosini, che quest’anno ha raccolto solo tre spezzoni di partita, non concluderà le partenze. In questo senso continua ad essere seguito con attenzione Giangiacomo Magnani, che a Brescia non sta conquistando lo spazio previsto e che, invece, pare sull’agenda di diverse squadre di serie A. Non ha accettato la pur interessante offerta giunta dall’estero Tremolada, che rimane così ai margini del progetto bresciano, mentre Donnarumma si è concesso due partite per decidere il suo futuro. Il bomber spera di tornare protagonista con le Rondinelle, ma qualora questo rimane un sogno, ci sono molte pretendenti di serie B che vorrebbero puntare forte sul capocannoniere delle ultime due stagioni del torneo cadetto.