Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 giu 2022

Tuffo notturno mortale per un 40enne

22 giu 2022

Si tuffa nel fiume al buio per fare il bagno e sparisce. Viene ripescato tre ore dopo, morto. Nuotata con epilogo tragico nella tarda serata di lunedì per un quarantenne originario del Marocco, Monir Rammad, carpentiere di casa a Palazzolo. L’uomo, sposato e padre di due figli - la famiglia vive in nord Africa - a quanto ricostruito intorno alle 22,30 si era buttato nell’Oglio insieme a un amico connazionale per cercare refrigerio dal gran caldo. Non era la prima volta che si immergeva nel fiume. Stavolta però per qualche ragione è accaduto l’irreparabile, la corrente ha trascinato lontano il quarantenne e l’acqua l’ha inghiottito, e ben presto l’uomo che era con lui l’ha perso di vista. È stato infatti l’amico a dare l’allarme. Sul posto, non lontano da piazza Oriana Fallaci, sono accorsi vigili del fuoco, con i sommozzatori di Milano e Brescia, carabinieri della compagnia i Chiari, sub volontari del Soccorso fluviale di Treviglio. Il fiume è stato scandagliato per ore palmo a palmo con le torce. Il corpo del povero Monir Rammad è stato avvistato dai sommozzatori dei pompieri solo intorno all’una e trenta di notte a circa trenta metri da un isolotto. B.R.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?