Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
25 mar 2021

Omicidio di Viviana, si delinea il contesto

25 mar 2021
La vittima: Viviana Caglioni aveva 34 anni Suo zio ha sempre sospettato si fosse trattato di un evento violento
La vittima: Viviana Caglioni aveva 34 anni
La vittima: Viviana Caglioni aveva 34 anni Suo zio ha sempre sospettato si fosse trattato di un evento violento
La vittima: Viviana Caglioni aveva 34 anni

E’ il 14 aprile del 2020, piena emergenza covid. In questura viene convocato lo zio di Viviana Caglioni, 34 anni, morta al Papa Giovanni XXIII il 7 aprile, dove era stata ricoverata d’urgenza. Dopo il decesso diventa vittima di omicidio. A processo il suo compagno, Cristian Michele Locatelli, 42 anni, assistito dall’avvocato Luca Del Bue, accusato di aver ucciso a botte la sua ragazza. Movente la gelosia nei confronti di un ex di Viviana. Torniamo al 14 aprile. Nella sala d’aspetto di via Noli, lo zio della ragazza, Gian Pietro Roncoli, aspetta di essere sentito dai dirigenti della Squadra mobile. E’ la seconda volta. Oltre a lui ci sono la mamma di Viviana, Silvana Roncoli, e Locatelli. Non sanno di essere intercettati. A un certo punto lo zio sbotta: "Bastardi schifosi, basta. Cosa hai fatto. Raccontate la verità". Per il dirigente della Mobile Tognoli, ieri sentito come teste dal pm Paolo Mandurino, quelle imprecazioni sono rivolte alla sorella di Roncoli e all’imputato. Per l’accusa un tassello importante nella ricostruzione di quanto accaduto nella notte tra il 30 e il 31 marzo scorso nell’abitazione di via Maironi da Ponte, a Valverde, che tutti e quattro condividevano. Una lite violenta tra la coppia, una delle tante. Per gli inquirenti lo zio di Viviana avrebbe visto qualcosa. Morte per caduta accidentale? E’ quello che vogliono far credere la mamma di Viviana e Locatelli, quando decidono di chiamare i soccorsi. Al 118.Silvana Roncoli racconta della figlia caduta a terra, che ha sbattuto la testa contro un armadietto. Quando viene soccorsa, però, ha sangue raggrumato sulla bocca, ma non a terra. Viviana respira a fatica. Al pronto soccorso, la dottoressa di turno, pure sentita come teste, nota il trauma alla testa "e poi la temperatura corporea di 34 gradi, un principio di ipotermia". Che potrebbe significare ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?