La Finanza alla Mille Miglia. Premiazione all’Accademia

Oggi all'Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo si svolge la premiazione della prova di regolarità delle Mille Miglia, con due vetture storiche del Corpo partecipanti. Generale Kalenda e comandante Maceroni consegneranno i premi ai vincitori.

La Finanza alla Mille Miglia. Premiazione all’Accademia

La Finanza alla Mille Miglia. Premiazione all’Accademia

È in programma oggi all’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo la cerimonia di premiazione della prova di regolarità delle Mille Miglia, manifestazione motoristica alla quale le Fiamme Gialle hanno preso parte in occasione del 250esimo anniversario del Corpo con due vetture storiche un’Alta Romeo 1900 Super (1954) e una Fiat 1100 del 1958. Saranno il comandante dell’Accademia, generale di Divisione Paolo Kalenda ed il comandante provinciale di Brescia Francesco Maceroni a consegnare al pilota e al navigatore dell’equipaggio delle Mille Miglia vincitori della prova di regolarità due pregiati premi in ceramica di Caltagirone, opere realizzate dalla Bottega Artigiana di Giacomo Cusumano. La prova di regolarità si è tenuta martedì 11 giugno, in occasione della prima tappa delle Mille Miglia, nel bellissimo scenario dell’Accademia di Bergamo della Guardia di Finanza. Per la cerimonia di oggi l’Accademia sarà adornata a festa con drappi gialloverdi e tricolori e al suo interno saranno esposti veicoli e motocicli storici come la moto Guzzi 500 Falcone Sport, la Moto Morini Corsaro 125 “Testa Piatta“, l’Alfa Romeo Alfetta 2.0 e la Fiat 508 Balilla “Cassonato“. Bergamo ha accolto martedì 11 giugno il passaggio della Mille Miglia, la grande carovana motoristica partita in mattinata da Brescia e che, dopo aver attraversato il capoluogo orobico, ha puntato verso Monza e Novara, prima di fermarsi a Torino. L’11 giugno i corridori sono anche entrati nell’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo per la tradizionale “timbratura“. Poi si sono diretti verso Curno. Le prime auto si sono fatte “sentire“ per le vie del capoluogo orobico intorno a mezzogiorno, sfilando sulla strada principale del centro cittadino fino all’Accademia della Gdf.