Il sogno di mercato è lo juventino Szczesny

Il Monza si prepara per la terza stagione in Serie A con giovane ambizione e alcune partenze importanti. Si valutano possibili nuovi arrivi e il ritorno di giocatori in scadenza di contratto. La squadra affronterà il ritiro a Ponte di Legno con l'attesa del nuovo allenatore e la speranza di rinforzi dal mercato.

Il sogno di mercato  è lo juventino Szczesny

Il sogno di mercato è lo juventino Szczesny

Ai nastri di partenza non cambia il volto del Monza: resta la giovane ambizione che accompagnerà Sandro Nesta e la sua squadra alla terza stagione consecutiva in Serie A, nonostante i nomi salutati a fine contratto. Tra questi l’esperienza di Giulio Donati, arrivato a scadenza naturale, e quella di Akpa Akpro, a fine prestito come Lorenzo Colombo, Alessio Zerbin, Valentin Carboni e Daniel Maldini, per cui il club biancorosso tratterà con il Milan il ritorno in Brianza. Difficile immaginare la presenza di Di Gregorio, promesso sposo alla Juventus, ed è proprio tra i pali che si aggrappano i sogni dei tifosi monzesi. Quello di Szczesny è un nome rimbomba sulla piazza da giorni, da valutare la fattibilità di un’operazione che disegnerebbe una clamorosa girandola di guantoni sull’asse Monza-Torino. Di contro, tra gli altri, ci sarà il rientro di Alessio Cragno che verrà valutato dal nuovo allenatore atteso in conferenza stampa martedì 9 luglio vigilia della partenza per il ritiro di Ponte di Legno. In Valle Camonica la data della "Notte Biancorossa", in piazza davanti ai tifosi, è prevista la sera di venerdì 19, quando i brianzoli avranno già affrontato le prime due sgambate della stagione - il test in famiglia del 14 e quello contro la Nuova Camunia il 17 - e il mercato potrebbe aver regalato qualche colpo in entrata. Michael Cuomo