Frontale con un camion. Automobilista muore intrappolato nella vettura in fiamme

L’incidente nella Bergamasca, lungo la ex statale 342. Vittima un ingegnere di 52 anni residente nel capoluogo orobico.

Frontale con un camion. Automobilista muore intrappolato nella vettura in fiamme
Frontale con un camion. Automobilista muore intrappolato nella vettura in fiamme

MAPELLO (Bergamo)

L’impatto è stato violentissimo. Siamo lungo l’Asse interurbano, all’altezza di Mapello. Poco dopo le 11 un’auto che viaggia verso Bergamo, all’improvviso cambia direzione. Invade la carreggiata opposta. In quello stesso momento dalla parte opposta sopraggiunge un tir. È un attimo. La Renault piombain velocità contro il mezzo pesante che non ha margine di manovra per evitare l’incidente. Prima lo schianto, terribile, poi l’auto che prende fuoco a causa della collisione. All’interno, intrappolato tra le fiamme rimane il conducente. Una brutta fine. Solo più tardi gli agenti della Polizia stradale di Treviglio, sul posto per i rilievi di legge, saranno in grado di dare un nome e un cognome a quella persona morta carbonizzata. Si tratta di Diego Kodric, 52 anni, residente a Bergamo in via Finardi ingegnere per anni addetto alle cave dell’Italcementi.

Della sua auto, quando finalmente i vigili del fuoco hanno ultimato di spegnere anche l’ultimo focolaio, resta solo la carcassa deforme e una ruota posteriore, quella che si è salvata dal fuoco. La salma è stata trasportata al Papa Giovanni XXIII. Non sarà fatta l’autopsia. Illeso ma sotto choc il camionista. Dopo il tremendo impatto sarebbe sceso per cercare di aprire la portiera dell’auto e aiutare il conducente a scendere. Tutto vano. L’allarme è stato immediato. Sul posto la centrale operativa del 118 ha inviato l’automedica e un paio di ambulanze, i vigili della centrale di Bergamo, del distaccamento di Dalmine e di quello di Zogno.

Al personale medico non è rimasto altro da fare che arrendersi all’evidenza delle fiamme che avevano avvolto l’auto. Mentre i pompieri hanno provveduto a domare il rogo. A causa dell’incidente nel tratto tra Bonate e il Continente di Mapello, la strada è chiusa al traffico per consentire agli operatori di poter lavorare in sicurezza, spostare il mezzo bruciato e pulire la carreggiata dai residui. Per i rilievi sono intervenuti gli agenti della Polizia stradale di Treviglio che dovranno chiarire le cause del tragico indicente. Solo nel pomeriggio si è avuta la certezza dell’identità del morto.

Altro incidente prima di mezzogiorno a Fornovo San Giovanni, nella Bassa. È avvenuto in via Bergamo, all’incrocio con via San Pietro e Strada al Belvedere di Solto e ha coinvolto un furgone e un’Audi station wagon. Immediata la chiamata al 112 che ha inviato sul posto tre ambulanze della Croce rossa di Treviglio, di Martinengo e da Bergamo in codice giallo e un’automedica. Tre i feriti, tutti in codice giallo: si tratta di una donna di 36 anni e della figlia di 9, di Caravaggio, entrambe trasportate al Papa Giovanni XXIII di Bergamo e di un 41enne trasferito invece all’ospedale di Treviglio. Sul posto anche due auto della Polizia locale del distretto della Bassa bergamasca occidentale.