Forum sold-out, Olimpia da record. Ma anche Brescia sorride con i tifosi

Il record del girone di andata? La super classica Milano-Bologna ha registrato 11.976 spettatori

Forum sold-out, Olimpia da record. Ma anche Brescia sorride con i tifosi
Forum sold-out, Olimpia da record. Ma anche Brescia sorride con i tifosi

Il basket italiano sta attraversando un periodo di rinnovato entusiasmo e crescita, con un aumento significativo di spettatori a palazzo per quanto a confronto con un mercato televisivo balbettante.

La Serie A ha registrato un incremento dell’11% nel numero di spettatori nel girone d’andata rispetto allo stesso periodo della scorsa stagione, con una media di 3968 spettatori per partita, rispetto ai 3570 della stagione precedente. Questi i dati forniti dalla Legabasket. Questa crescita è stata guidata dalle grandi piazze del basket italiano, con Milano e Bologna in testa. Tre finali Scudetto, l’ultima decisa solo a gara-7, e la presenza di entrambe in EuroLeague con giocatori come Shengelia, Hackett, Mirotic e Melli ha certamente aiutato.

Focalizzandosi sulla regione Lombardia, è evidente il contributo significativo di quest’area alla crescita complessiva del basket in Italia, questo nonostante la retrocessione di Cantù nella lega cadetta. L’Olimpia Milano è stata un protagonista chiave in questa crescita, con una media di 9121 spettatori per partita, un aumento del 15,2% rispetto alla stagione precedente. Ora l’obiettivo del club è quello di stabilizzarsi sulle 10.000 unità, visto che in EuroLeague la società biancorossa è decimama alla fine del girone di andata con una media di 9.333. Altre squadre lombarde hanno anch’esse mostrato un incremento nel seguito. La Germani Brescia ha registrato un aumento del 25,2% nel numero di spettatori, dimostrando il crescente interesse per il basket nella città. Questo è un segno incoraggiante che riflette la competitività e l’attrattiva della squadra, che arriva alla Coppa Italia da campionessa in carica e con il primato in classifica.

Anche la Openjobmetis Varese ha mostrato un incremento del 6,4% con una media di 4573 spettatori per partita. Nonostante non abbia numeri così alti come Milano o Brescia, Varese rimane una piazza importante per il basket italiano, e l’arrivo di Nico Mannion, di recente insignito del premio di migliore giocatore del mese di gennaio, ha subito avuto riscontri positivi anche nella passione del pubblico.

Cantù, pur giocando in Serie A2, ha registrato un incremento significativo di spettatori del 26%, confermando la sua storica passione per il basket e il forte legame con la comunità locale. Cosa non da poco, tenendo conto che da anni il club comasco ha lasciato la città, con la demolizione del Pianella, trasferendosi a Desio in attesa dell’edificazione della nuova casa. Un progetto concreto, ma ancora non scattato.

Cremona, salita dalla A-2, ha dovuto affrontare la sfida di un palasport meno capiente, ma ha comunque contribuito alla crescita generale del basket in Lombardia e in Italia. La media è di 2.356 spettatori a partita al PalaRadi.

Le dichiarazioni di Gianni Petrucci, presidente della Federazione Italiana Pallacanestro (Fip), riflettono l’ottimismo per lo stato attuale del basket in Italia. Egli ha sottolineato l’importanza delle grandi piazze come Milano, lodando il lavoro svolto dall’Olimpia Milano, in particolare per il modo in cui sta valorizzando i giocatori italiani. Certamente il ritorno della Nazionale alle Olimpiadi ha aiutato, così come il passaggio delle partite dell’ultima World Cup sui canali Rai. Ma è soprattutto il lavoro dei club, in questo caso lombardo, a fare la differenza.

A.L.M.