Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
14 lug 2022

Chiesti sette anni per Antonio Porcino l’ex direttore del carcere

14 lug 2022

Per lui sono stati chiesti sette anni e sei mesi. È l’ex direttore del carcere di Bergamo, Antonio Porcino, finito a processo per falso, truffa, concussione, turbativa d’asta fino alla violenza sessuale. Una macchia dopo 33 anni trascorsi alla guida della casa circondariale di via Gleno. Porcino è il principale indagato di questa inchiesta (siamo nel 2018) condotta dal pm Marchisio e dalla collega Rota, e che ha visto arrivare davanti al gup Alessia Solombrino oltre all’ex direttore del carcere altre 16 posizioni sulle quali ieri si è discusso. Porcino ha scelto l’abbreviato e con lui altre sette persone. Per sei è stata chiesta l’assoluzione, per il settimo, l’imprenditore Mario Metalli, titolare dell’azienda di forniture di distributori automatici, un anno e 4 mesi. Secondo l’accusa avrebbe pagato tangenti a Porcino per oltre 21mila euro al fine di aggiudicarsi e non perdere nel corso degli anni l’appalto sulla fornitura al carcere di Monza e la gestione del bar del carcere di Bergamo. Per la figlia dell’imprenditore è stata chiesta l’assoluzione. Per due imputati che hanno chiesto di patteggiare, le due infermiere Adriana Cattaneo e Maria Gotti, sono stati chiesti 2 anni e 3 anni.F.D.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?