Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
17 feb 2022

Bergamo, il virus non uccide più Stesse morti degli anni pre-Covid

Dopo l’incremento del 60% di decessi nel 2020, nell’ultimo anno i dati sono tornati in linea con il 2019

17 feb 2022
michele andreucci
Cronaca

di Michele Andreucci L’anno più tragico è stato il 2020, quello caratterizzato dalla prima ondata della pandemia che così tanti morti ha provocato. Nel 2021, invece, la mortalità nella Bergamasca è stata quasi come negli anni pre-Covid. Secondo l’ultimo aggiornamento dell’Istat sulla mortalità, ovvero la prospettiva che attraverso le anagrafi osserva l’impatto del Covid, lo scorso anno Bergamo è stato uno dei luoghi d’Italia dove la pandemia ha provocato meno morti, l’esatto contrario di quello che accadde nel 2020. I dati dell’Istituto di statistica vanno a considerare tutti i decessi registrati tra gennaio e novembre (l’ultimo mese disponibile) nei comuni italiani: numeri, questi, attraverso cui è possibile leggere l’effetto del Covid, rappresentato dall’incremento rispetto alla media dei decessi prima della pandemia. Nei primi 11 mesi del 2021, nella Bergamasca sono morte 9.346 persone: negli stessi messi degli anni pre-Covid, dal 2015 al 2019, in media tra gennaio e novembre morivano 9.290 bergamaschi. Ne consegue che la mortalità è aumentata dello 0,61%, con un incremento di 56 decessi rispetto a quelli "attesi" in base a ciò che si osservava prima della pandemia. Solo tre province in Italia hanno avuto una variazione più contenuta nella mortalità: Verbano-Cusio-Ossola (dove la mortalità e calata dello 0,03%), Genova (-0,31%) e Alessandria (-2,36%). Nelle altre aree della Lombardia, la mortalità è invece cresciuta dell’1,81% in provincia di Cremona, +3,54% a Sondrio, +3,91% a Pavia, +5,45% a Lodi, +7,02% a Milano, +10,44% a Mantova, +11,13% a Lecco, +11,47% a Como, +12,36% a Varese, e + 12,74% a Brescia. A livello nazionale, i decessi sono cresciuti del 9,13%, con 641.135 morti tra gennaio e novembre 2021 contro i 587.487 che mediamente si osservavano negli stessi mesi in epoca pre-Covid. Il 2020, viceversa, aveva visto la Bergamasca al primo posto in Italia per aumento della mortalità, con una crescita ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?