Leggiuno (Varese), 30 dicembre 2015 - Si ferisce gravemente in seguito a un'esplosione, provocata probabilmente da un botto artigianale che stava manovrando in casa o, comunque, da un ordigno rudimentale "autoprodotto". Un ragazzo di 23 anni residente in una via della frazione Reno è stato ricoverato all'ospedale di Circolo questa mattina. Le sue condizioni sono gravi: ha perso entrambe le mani

Sul posto, chiamati dai vicini che avevano sentito un fragoroso scoppio, sono intervenuti personale del 118, vigili del fuoco e carabinieri. Il giovane è stato trasportato al noscomio varesino con l'elicottero, poi trasferito al milanese Niguarda, nel reparto specializzato nella cura dei grandi ustionati. L'edificio non ha subìto danni. Sul posto ci sono anche gli artificieri, impegnati in alcune verifiche: nel fabbricato ci sarebbe altro materiale esplosivo.