Campodolcino (Sondrio), 7 gennaio 2017 - E' scivolato in un dirupo mentre raccoglieva legna, forse colpito da un improvviso malore che ha determinato la terribile caduta. Sarà l’autopsia ad accertare cosa abbia causato la morte di Giuseppe Fanetti, 65enne di Fraciscio, frazione di Campodolcino, che giovedì sera ha perso la vita precipitando in un dirupo profondo un centinaio di metri. Fanetti era uscito da casa giovedì mattina per andare in montagna a raccogliere legna come faceva spesso. Tutto nella norma, quindi, ma quando in serata i familiari non lo hanno visto tornare si sono allarmati.

Il 65enne viveva da solo, ma nonostante questo alcuni parenti che abitano vicino a lui si sono preoccupati e hanno quindi lanciato l’allarme, mettendo in moto le ricerche. I militari del Soccorso alpino della Guardia di finanza, i tecnici del Corpo nazionale del Soccorso alpino e speleologico e i Vigili del fuoco lo hanno cercato per ore, nonostante il buio, anche grazie alla fotocellula dei pompieri intervenuta sul posto per illuminare la zona delle ricerche. E attorno alle 3 di notte i tecnici del Cnsas e i militari del Sagf hanno individuato prima gli attrezzi che il 65enne stava utilizzando per tagliare la legna, poi il corpo senza vita di Giuseppe Fanetti in fondo ad una scarpata.

Sul luogo della disgrazia sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Chiavenna per i rilievi di rito. La notizia del tragico incidente è presto rimbalzata a Campodolcino, e in particolare nella piccola frazione di Fraciscio, dove tutti conoscevano Giuseppe Fanetti, detto «Zep» che aveva una piccola ditta di autotrasporti. Chi lo conosceva lo descrive come un uomo schivo e tranquillo, dedito al lavoro, ma sempre disponibile e gentile. Anche sul sito internet www.fraciscio.it, dedicata alla bella frazione valchiavennasca, è stato dato l’annuncio della scomparsa del 65enne.

«Devo purtroppo informarvi che è venuto a mancare l’amico Zep (Fanetti Giuseppe). Appena avremo notizia sulla data del funerale vi informerò. Per ora metto questa foto che lo ritrae in un momento felice», si legge sul sito accanto alla foto di un sorridente Giuseppe Fanetti. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti non solo quella del tragico incidente, ma anche la possibilità che il 65enne sia stato colpito da un improvviso malore e, solo a causa di questo, sia poi scivolato nella scarpata dove è stato trovato dai soccorritori. Nella giornata di oggi l’autopsia chiarirà le cause della morte dell’uomo.