Seregno (Monza e Brianza), 11 ottobre 2017 - La commissione d’indagine che dovrà accertare se nel Comune ci siano state infiltrazioni o condizionamenti di tipo mafioso, ha iniziato a lavorare ufficialmente a Seregno. Al prefetto Ignazio Portelli che coordina la squadra formata da un ufficiale dell’Arma dei carabinieri e uno della Guardia di finanza, è stato assegnato un ufficio ad uso esclusivo all’interno del municipio. Lavoreranno all’interno della sede comunale di piazza Libertà in completa e totale autonomia: la commissione d’indagine ha pieni poteri e totale libertà di azione e avrà tre mesi di tempo (prorogabili per altri tre mesi) per condurre un’indagine sul Comune seregnese in tutti i settori amministrativi. In questi giorni, dopo l’insediamento di venerdì scorso, ha iniziato a lavorare incontrando il commissario prefettizio Antonio Cananà, la sua vice, il sub commissario, Mariangela Danzì e il segretario generale Francesco Motolese.

"Si sono insediati venerdì, ci hanno dato delle indicazioni, hanno chiesto molti atti e glieli stiamo preparando tutti. Non solo atti urbanistici ma su tutta l’attività comunale, un quadro a 360 gradi, relativi agli ultimi 5 anni - ha spiegato il commissario prefettizio Cananà -. Da noi avranno la massima collaborazione, come è normale che sia in questi casi". Tornando su uno dei temi caldi della città, anche il commissario prefettizio ha smentito i rumor che nel fine settimana davano per certo l’azzeramento dei vertici delle partecipate AeB e Gelsia.

"Il mondo delle partecipate lo stiamo esaminando certamente. Stiamo prendendo in esame tutto e quello relativo alle società è uno dei settori comunali sul quale stiamo concentrando la nostra attenzione: non so da dove sia nata la voce dell’azzeramento dei vertici delle società partecipate - ha continuato il commissario prefettizio -. È vero che ci hanno chiesto un incontro, a brevissimo lo fisseremo, comunque in settimana. Poi si vedrà". In questi giorni il commissario prefettizio ha incontrato alcuni consiglieri di opposizione. "Tutto il mondo mi sta chiedendo un incontro: il Partito democratico mi ha chiesto un incontro, ho già incontrato altri consiglieri di minoranza (Tiziano Mariani della lista civica Noi per Seregno e Mario Nava del Movimento 5 Stelle). A chi mi chiede, cerco di dare a tutti la possibilità di incontrarli: ho già fatto una serie di incontri e altri già programmati. Stiamo cominciando a lavorare", ha poi concluso il commissario prefettizio. Proprio per quanto riguarda la parte politica, domani è in programma un incontro con il commissario prefettizio che ha convocato tutti gli ex consiglieri di maggioranza che si sono dimessi lo scorso 28 settembre mettendo fine alla giunta del primo mandato di Edoardo Mazza, iniziato nel mese di giugno 2015.