Milano, 26 novembre 2017 - "È difficile farmi cambiare idea. Io con precisione e grande determinazione ho l'idea in testa che dobbiamo vincere le prossime elezioni, dobbiamo essere missionari di democrazia e benessere. Dobbiamo fare un grande lavoro di diffusione del nostro credo, chi crede vince". Lo ha detto il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi nel suo intervento a conclusione della tre giorni milanese di "Idee Italia", la contro Leopolda organizzata da Mariastella Gelmini e Paolo Romani. Il cavaliere ha fatto il suo ingresso in sala sulle note di Forza Italia, tra i flash dei telefonini e l'applauso dei presenti. Intervistato dal direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti, ha scherzato: "Dico qualcosa prima di sedermi a farmi interrogare... ho l'abitudine con i pm, quindi è facile". Oltre un'ora e venti di intervento, in cui l'ex premier ha toccato i temi a lui cari: le promesse elettorali, le stoccate agli avversari politici e l'assist agli amici-alleati.La convention #IdeeItalia

LE PROMESSE - "Abrogheremo il bollo sulla prima auto" ha detto il cavaliere, ricordando come invece i 5 Stelle vogliano "introdurre le imposte sulla casa e quella sulla successione ai livelli dei francesi, chele più alte in Europa". Berlusconi ha anche annuciato di voler introdurre, in caso di vittoria elettorale, la flat tax dai 12mila euro in su per cancellare l'evasione fiscale e ha rilanciato: "Non aumenteremo solo la pensione minima a mille euro, ma adegueremo al valore dell'euro anche le altre pensioni: abbiamo fatto i conti, ce la possiamo fare. E agli anziani daremo tante altre cose, come le cure per l'odontoiatria, le cure per gli occhi, studieremo facilitazioni per i trasporti, e tante cose ancora. Un anziano che ha un cane vive più sereno. Penseremo a facilitazioni per mantenere un cane, per esempio con un veterinario gratuito ogni quindici giorni". 

DI NUOVO IN CAMPO - Il cavaliere ha detto di ritenere suo "preciso dovere, come nel '94, scendere in campo. Allora sono sceso in campo per evitare il grande pericolo dei comunisti, oggi c`è un altro grande pericolo... quello dei grillini.  Lo farò con le forze di chi ha più di 70 anni ma si sente giovane intellettualmente e fisicamente. Io mi sento 40 anni e mi comporto da quarantenne. Vorrei continuare con questo ritmo di comunicazione agli italiani. Da gennaio in poi sarò presente in ciascuna delle regioni italiane. Mi incontrerò con i rappresentati locali di Forza Italia, con i cittadini, con i rappresentanti delle associazioni produttive".

Mariastella Gelmini e Silvio BerlusconiLA QUARTA GAMBA - "Abbiamo già trovato un'ipotesi di 20 ministri, 12 verranno dalla società civile, solo 8 verranno dall'attuale politica. Tre saranno di Forza Italia, tre della Lega e due di Fratelli d'Italia. Ho presentato ai due alleati Lega e Fdi un programma che hanno condiviso, ci siamo dati appuntamento presto per definire meglio i punti. Si tratta di un "work in progress che può essere integrato e arricchito e che ho consegnato ai vertici delle associazioni. L'ho consegnato anche agli altri componenti del centrodestra. E' la quarta gamba che si sta formando con la partecipazione di più di dieci piccoli rassemblement politici".

GLI ALLEATI - "Non siamo concorrenti di Lega e Fratelli d'Italia. Insieme cercheremo di prendere più' voti possibili" ha assicurato il cavaliere. "Non credo che Salvini e la Lega possano fare a meno di candidare Bossi". 

GLI AVVERSARI -  I 5 stelle "hanno un front man, Di Maio, con un faccino pulito ma che si è iscritto a legge ed ha fallito, si è iscritto a ingegneria ed ha fallito. Ha fatto solo lo steward al San Paolo per vedere gratis le partite del 
Napoli. I grillini non hanno arte né  parte. Si fanno comandare in tutto da un vecchio comico e da un esperto di comunicazione che approfittano della pochezza delle persone che hanno spedito in Parlamento per fare quello che vogliono. E sul rivale di sempre, Romano Prodi, ha sentenziato: "Spero che non metta più mano alle cose di questa terra, perché quando lo ha fatto ha creato enormi danni, come quando ha accettato il cambio lira-euro che ha dimezzato il potere d'acquisto degli italiani".

LE RIFORME - "Quando saremo maggioranza cambieremo anche la Costituzione e introdurremo un rigido vincolo di mandato. Che senso ha votare un Alfano di qua e poi trovarcelo con la sinistra?". Striscioni per Berlusconi

IL SONDAGGIO - E non poteva mancare il sondaggio: "Il 28% delle persone di sinistra pensa che Berlusconi sia una buona guida per il Paese" ha detto il cavaliere, aggiungendo che ora non trova "più nessuno che mi guarda male".