Milano, 27 aprile 2017 - Presidio di Cub e Comitato Ambiente Salute della Scala davanti al Piermarini, questa mattina, in occasione della Giornata mondiale contro l'amianto. In largo Ghiringhelli, davanti al teatro, sono state poste nove croci di legno in ricordo dei lavoratori della Scala morti per amianto, fra macchinisti di scena, un cantante del coro, un orchestrale, un vigile del fuoco. Ai piedi del monumento a Ricordi, la targa realizzata dal Comitato nel 2014, per il primo presidio nella giornata dedicata alla lotta all' amianto, con la scritta "In memoria del personale del teatro alla Scala morto per amianto uccisi dall'ignavia dei dirigenti del teatro". Ma anche uno striscione con la scritta "La nostra salute è più importante dei vostri bilanci".

I lavoratori aderenti alla Confederazione unitaria di base chiedono "sorveglianza sanitaria per tutti i lavoratori ex-esposti, il riconoscimento della malattia professionale da parte dell`Inail per chi si è ammalato e per chi è morto a causa dell' amianto e i benefici previdenziali agli ex esposti per più di 10 anni all' amianto".