Milano, 28 marzo 2017 - Mille eventi per una settimana di design. Giovani creativi in primo piano e manifattura digitale. E per ogni edizione si moltiplicano i distretti, gli spazi nuovi, quelli recuperati, le installazioni e i viaggi esperienziali. Dal 4 al 9 aprile, due i nuovissimi distretti dedicati alla creatività: Design Cadorna e Isola Design District, che si aggiungono ai nove già presenti.

Sono 100 i giovani volontari delle scuole di design, tre app per avere a portata di smartphone tutto quello che accade in città e oltre 30mila le mappe cartacee per orientarsi durante l’evento che attende 300mila visitatori. Un esercito di appassionati e addetti ai lavori. La regia degli eventi sarà unica e in rete tra gli interlocutori di un evento globale che coinvolge Comune, Salone del Mobile e Fuorisalone. La settimana che abbraccia tutti i «Fuorisaloni» è stata presentata ieri a Palazzo Morando dall’assessore alle Politche per il lavoro e alla Moda Cristina Tajani, insieme con il direttore generale del Salone del Mobile Marco Sabetta, con l’ideatrice e talent scout del Satellite Marva Griffin e con i rappresentanti dei distretti milanesi del design. «Per questa edizione della Milano Design Week abbiamo voluto valorizzare un percorso di riflessione sui temi di manifattura 4.0», ha detto l’assessore Tajani.

E proprio la cultura creativa della manifattura 4.0, dalle stampanti 3D alla robotica, sarà il tratto distintivo di questa edizione in tutti i distretti. La Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa propone Green Smart Living, un modulo abitativo che promuove una cultura del vivere sano e sostenibile. In zona Tortona, invece, la mostra «New Materials for a Smart City» offre al pubblico una panoramica sull’innovazione materiale per la creazione della città intelligente. Le nuove tecnologie saranno protagoniste anche a Palazzo Bovara con una mostra che racconta come i negozi siano oggi il punto di incontro tra analogico e digitale. I giovani designer internazionali saranno protagonisti in Bovisa con «A letto con il Design» dove l’ex fabbrica di via Cosenz si trasformerà in un ostello temporaneo per far convivere i makers in uno spazio ibrido tra casa, fabbrica e galleria.

Altra novità il debutto dell’«Isola Design District» in cui più di 80 designer emergenti esporranno i loro progetti. Per tornare ai distretti consolidati, il Brera Design District ha in programma più di 180 eventi, poi ci sono gli spazi espositivi di Superstudio in via Tortona, il Porta Venezia InDesign che propone un itinerario che unisce arte, design e food&wine, il Santambrogio Design District che invita alla mostra di designers internazionali under 35. Spostandosi in un luogo molto nuovo e molto interessante, il cuore di NoLo acronimo di North of Loreto, anche il Mercato Comunale coperto di viale Monza sarà protagonista del circuito del Fuorisalone con una riflessione sugli oggetti non convenzionali che compongono la tavola. L’associazione T12lab promuove il progetto Market for All che sviluppa i progetti di integrazione tra le differenti culture