Mialno, 2 dicembre 2017 - Corsa contro il tempo per chiudere un caso per molti aspetti senza precedenti e riaprire il CityLife Anteo, il cinema multisala nel cuore del nuovo Shopping District di Milano. L’obiettivo della proprietà è partire con le proiezioni già mercoledì 6 dicembre, anche per sfruttare il treno prenatalizio del ponte di Sant’Ambrogio e dell’Immacolata. Il giorno prima, martedì 5, ci sarà un nuovo esame da parte della Commissione comunale vigilanza, la stessa Commissione che soltanto giovedì ha opposto il veto all’apertura del cinema proprio in quella che sarebbe dovuta essere la data del grande debutto. Niente da fare, invece.

Riunitasi persette ore, per l’esattezza dalle 10 alle 17, la Commissione ha infatti riscontrato qualcosa come 28 difformità rispetto al progetto orginario, senza contare l’assenza alla riunione del responsabile acustico del progetto CityLife Anteo e la ritardata presentazione della Scia (acronimo che sta per «Segnalazione certificata di inizio attività), della dichiarazione del gestore con autocertificazione di possesso dei requisiti di legge, e la copia degli elaborati tecnici e planimetrici della struttura da inaugurare. Una documentazione in realtà propedeutica ai controlli da parte delle autorità competenti. Da qui il parere contrario all’apertura inaugurale del nuovo cinema da 1.200 posti scanditi in sette sale, lo stesso cinema che avrebbe dovuto rappresentare il cuore dell’offerta culturale del distretto urbano dello shopping. Peccato che la vendita dei biglietti per assistere alle proiezioni delle pellicole fosse già partita. Quel che si è soliti definire un «pasticcio».

Le difformità riscontrate dalla Commissione comunale di vigilanza non sembrano però tali da non poter essere risolte in breve tempo, da qui la corsa ai ripari e l’obiettivo di aprire i battenti del multisala già mercoledì per mettersi così definitivamente alle spalle una vicenda quantomeno insolita che ha, in senso letterale, «guastato la festa» per il nuovo Shopping District del capoluogo lombardo.