Milano, 16 giugno 2017 - Il Politecnico non aspetterà che l’Università Statale traslochi sul sito Expo per espandersi in Città Studi. Il Consiglio d’amministrazione dell’ateneo ha infatti stanziato 55 milioni di euro per realizzare un nuovo campus di architettura e nuovi laboratori di ingegneria chimica e dei materiali proprio negli immediati dintorni di piazza Leonardo Da Vinci. Il progetto prevede la realizzazione di quattro edifici in via Bonardi, per un totale di 4.200 metri quadrati, e di uno spazio esterno verde, aperto a tutti, studenti e no, per altri 8.950 metri quadrati. Qui sorgeranno i laboratori di modellistica architettonica, tecnologie digitali e di progettazione oltre ad aule per lo studio e per la didattica. L’altra parte del nuovo campus finanziato dal Consiglio d’amministrazione dell’ateneo si svilupperà invece in via Ponzio, dove troveranno spazio i laboratori di ingegneria chimica e dei materiali: in tutto altri 12mila metri quadrati di nuovi locali dedicati alla ricerca e allo sviluppo di nuovi materiali, di soluzioni biomedicali e di chimica verde.

L’idea del nuovo campus di architettura è stata firmata dall’Archistar Renzo Piano, laureatosi proprio al Politecnico, insieme ad alcuni studenti nell’ambito di un workshop. «Ora – si legge nella nota diramata dall’ateneo – si è pronti a passare dall’idea ai fatti». La progettazione del campus sarà completata entro il 31 dicembre 2017 e a curarla è lo studio Odb Architects.​ «Il cantiere – prosegue la nota del Politecnico – partirà nel giugno 2018 per concludere i lavori in 18-24 mesi». Le facoltà scientifiche della Statale traslocheranno sul sito Expo solo a partire dal 2022, se tutto filerà liscio. In questa prima fase l’espansione del Politecnico avviene quindi su aree che sono nelle disponibilità dello stesso ateneo. Attenzione, però: l’investimento per il campus di architettura è stimato in 65 milioni di euro, all’appello mancano quindi 10 milioni. Un gap che l’ateneo conta di colmare attraverso «donazioni di privati o fondi di istituzioni». La prima donazione, pari a 300mila euro, è già arrivata, protetta dall’anonimato. Nell’attesa di altre, i progetti del campus saranno esposti oggi in Triennale nell’ambito della Arch Week. «Città Studi è in una fase di trasformazione che giorno dopo giorno ha sempre più certezze – rileva Pierfrancesco Maran, assessore comunale all’Urbanistica –. Il Politecnico con questi investimenti porta nel futuro la facoltà di architettura, incrementa i suoi laboratori e avvia il suo consolidamento nel quartiere, che necessita di ulteriori spazi».