Milano, 14 febbraio 2018 - Una storia a lieto fine tutta milanese di cui il primo cittadino Beppe Sala è orgoglioso. "Essere Sindaco di una grande città comporta attimi di grande gioia, che possono affiancarsi a momenti di dolore. Quello che conta è attraversarli insieme, uniti in una grande comunità. Pochi minuti fa ho ricevuto a Palazzo Marino Lorenzo e Claudia, i due ragazzi che ieri hanno salvato il bambino caduto tra i binari nella metropolitana (VIDEO). Li ho ringraziati calorosamente, sicuro di parlare a nome di tutti i milanesi", ha scritto Sala sul suo profilo Facebook postando anche la foto dell'incontro. 

Sì, perché martedì pomeriggio, questi due ragazzi non hanno esitato un istante per salvare il piccolo. E' non si tratta solo di un racconto: le telecamere di videosorveglianza delle metropolitana hanno immortalato tutto.  Lorenzo Pianazza, 18 anni era alla fermata REpubblica, quando ha visto il bimbo correre e finire tra i binari. Si è tolto lo zaino dalle spalle ed è sceso per prenderlo e metterlo in salvo nelle mani della madre: "Sto bene ma a ripensarci oggi mi sono reso conto che potevo forse morire e ho tanta adrenalina addosso. Senza l'intervento dell'Atm, non penso che avrei avuto il tempo di uscire dai binari. Penso che 9 persone su 10 avrebbero fatto quello che ho fatto io, non pensavo davvero che scoppiasse tutto questo clamore. Pensavo che alla gente non gliene fregasse niente e invece sono onorato per tutte queste chiamate che ricevo, non sono mai stato al centro dell'attenzione".

Il sindaco ha però anche voluto ricordare quanto accaduto oggi a Quarto Oggiaro: "Purtroppo la giornata di oggi è stata segnata anche dal tragico incendio in via Cogne. Siamo ancora con il fiato sospeso per il giovane ragazzo che sta lottando per restare in vita e, nel frattempo, stiamo gestendo la sistemazione delle famiglie che hanno dovuto abbandonare il loro appartamento". 

"Ho pensato che mancava poco e che il bambino andava salvato. Certo, oggi continuo a pensare che senza l'intervento della signora dell'Atm, sarei riuscito a salvare il bambino ma io non ce l'avrei fatta". Lorenzo Pianazza, 18 anni, racconta così all'Ansa le emozioni di un gesto che non pensava avrebbe provocato tale clamore.

Frame video metropolitanaIeri, quando ha visto un bambino di due anni cadere sui binari della metropolitana a Milano, alla fermata Repubblica, si è tolto lo zaino dalle spalle ed è sceso per prenderlo e metterlo in salvo nelle mani della madre: "Sto bene ma a ripensarci oggi mi sono reso conto che potevo forse morire e ho tanta adrenalina addosso. Senza l'intervento dell'Atm, non penso che avrei avuto il tempo di uscire dai binari. Penso che 9 persone su 10 avrebbero fatto quello che ho fatto io, non pensavo davvero che scoppiasse tutto questo clamore. Pensavo che alla gente non gliene fregasse niente e invece sono onorato per tutte queste chiamate che ricevo, non sono mai stato al centro dell'attenzione".

Oggi pomeriggio andrà a Palazzo Marino dove è stato invitato dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il quale ha parlato di "un gesto molto coraggioso e di buon senso".