Parabiago (Milano), 3 ottobre 2017 - Tutti pazzi per lo Shiatsu, anche gli anziani. Si è dato il via al centro diurno della casa di riposo comunale ad una serie di appuntamenti rivolti appunto all'antica pratica orientale che sta conquistando sempre più persone: tra le varie discipline del benessere è il rimedio antistress preferito dal 19% e oggi sono circa 6 milioni gli italiani che beneficiano di questo trattamento.

A promuoverli è stata l'amministrazione comunale di Parabiago: "Grazie alla professionalità e alla disponibilità di Silvia Mantegazza dell'Associazione "Tocchi di Shiatsu" - spiega l'assessore alle Politiche sociali Elisa Lonati - abbiamo pensato di trasmettere anche ai nostri ospiti del centro diurno i benefici di questi trattamenti, finalizzati a mantenersi in forma divertendosi e facendo qualcosa di nuovo. Ringrazio personalmente Silvia Mantegazza per essersi offerta gratuitamente per aiutarci a promuovere questa iniziativa che intende migliorare sempre più l'accoglienza e il benessere dei nostri nonni".

Da ricordare che lo shiatsu nasce in Giappone, ma affonda le sue radici nella medicina tradizionale cinese, la prima medicina psicosomatica organizzata della storia. E anche sulle persone della terza età, questo trattamento appare come un vero e proprio toccasano: "Lo shiatsu all'anziano - spiega la stessa Mantegazza - consente di prevenire e di coadiuvare molte delle problematiche, sia fisiche che intellettuali, tipiche di questa particolare fase della vita. Riequilibrando il flusso energetico si aiuta l’anziano non solo a rallentare il fisiologico declino e a tenere lontana la malattia, ma lo si stimola anche a recuperare la fiducia nelle proprie possibilità, a rimanere aperto a relazioni e sentimenti, a migliorare l’umore e lo stato d’animo, a rinforzare il sistema immunitario e la vitalità".